8 ragioni per non mangiare sempre carne: la via per una dieta variegata

Una dieta variegata è sempre la scelta giusta e in questo caso ti aiuterà anche nel risparmio, vediamo quindi quali sono le 8 ragioni per non mangiare carne.

ragioni per non mangiare carne
Carne (Unsplash)

La propensione a mangiare sempre carne, soprattutto quella rossa e lavorata, è stata a lungo associata ad un aumento del rischio di sviluppare una serie di malattie, come il cancro all’intestino. Inoltre un recente studio inglese, ha rilevato che chi mangia carne dalle 3 a più volte a settimana, rischia una serie di conseguenze come la cardiopatia ischemica, la polmonite, polipi del colon e diabete.

Per quanto riguarda la carne bianca come il pollame, lo studio ha riscontrato che un consumo maggiore di questa carne, porta ad avere il reflusso gastroesofageo, la gastrite e infiammazioni all’intestino tenue e crasso.

Ti potrebbe interessare anche >>> Carne al supermercato, scegliere il prodotto migliore

Quali sono le ragioni per non mangiare sempre carne?

ragioni per non mangiare carne
Cucinando (Unsplash)

Le ragioni per non mangiare sempre carne sono principalmente 8:

  • Incoraggia ad essere più creativi in cucina. Cucinare una bistecca di manzo o pollo infatti non richiede molto impegno, ma quando si tratta, per esempio, di una fetta di melanzana o funghi o avocado, c’è molto di più che si può fare e molti sapori che si possono accostare.
  • Risparmiare denaro. La carne di buona qualità ha il suo costo, mentre le verdure, legumi e cereali, tendono ad avere un buon rapporto qualità-prezzo.
  • Se avete figli, non faranno domande imbarazzanti su quale animale avete portato in tavola quel giorno e si abitueranno fin da piccoli a mangiare la verdura.
  • Non mangiare sempre carne diventa un’occasione per provare verdure nuove e di stagione invece delle solite zucchine o peperoni!
  • Rispetto dell’ambiente. Ridurre il consumo di carne può aiutare a sostenere gli sforzi per il cambiamento climatico, ridurre le emissioni di gas serra e ridurre la quantità di risorse, come terra e acqua, utilizzati nella sua produzione.

Ti potrebbe interessare anche >>> Falafel di ceci, la ricetta mediorientale proposta da Benedetta Rossi

  • Sostenere la biodiversità. Mangiare meno carne, infatti, può aiutare a ridurre il declino dell’habitat e l’eliminazione dell’habitat stesso. Optare invece per verdure, biologiche se possibile, significa sostenere un’agricoltura priva di pesticidi i quali sono deleteri per l’ecosistema.
  • Supportare agricoltori locali. Mangiare più verdura e meno carne, può dare la possibilità di supportare i produttori e le drogherie locali.
  • Se hai amici vegetariani o vegani, potrà darti l’occasione di sfoggiare nuove ricette sane, nutrienti e sostenibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *