Nodulo sotto l’ascella? Quando bisogna preoccuparsi

Scoprire un nodulo sotto l’ascella non è certo una bella sensazione, ma prima di preoccuparsi occorre sapere che ci sono tante spiegazioni per cui si forma.

Nodulo, prima di preoccuparsi occorre sapere che ci sono tante spiegazioni per cui si forma
Nodulo, prima di preoccuparsi occorre sapere che ci sono tante spiegazioni per cui si forma (foto da Pixabay)

Scoprire un nodulo sotto l’ascella non è certo una bella sensazione, ma prima di preoccuparsi occorre sapere che ci sono tante spiegazioni per cui si forma. Certamente, scoprire un nodulo alle ascelle non è una sensazione piacevole. La mente pensa subito alla causa peggiore, ossia il tumore al seno, ma prima di farsi prendere dal panico, occorre sapere alcune cose.

Protuberanze sotto le ascelle possono venire per diversi motivi, non legati al tumore. Anzi, la maggior parte non sono gravi e si sgonfiano in pochi giorni. Se, però, la protuberanza continua a crescere, allora è meglio consultare il medico per trovare la soluzione al problema. In ogni caso, ci sono tante diverse spiegazioni ai noduli.

Potrebbe interessarti anche → Cancro nelle donne: ci sono alcuni sintomi da non confondere con altro

Le diverse cause del nodulo sotto l’ascella, cosa sapere

Protuberanze sotto le ascelle sono dovute all’ingrossamento dei linfonodi
Protuberanze sotto le ascelle sono dovute all’ingrossamento dei linfonodi (foto da Pixabay)

Protuberanze sotto le ascelle sono dovute all’ingrossamento dei linfonodi. Questi hanno un compito importante per la salute del corpo: infatti combattono le infezioni in atto. Se compaiono linfonodi sotto le ascelle, ciò potrebbe indicare un’infezione in atto. A questo punto sarebbe bene idratare la pelle e curare l’area coinvolta, monitorando la situazione per qualche giorno.

Un’altra causa di protuberanza sotto le ascelle sono le cisti, molto frequenti. Le cisti contengono liquido al loro interno, spesso causate dalla rasatura, ovvero da un pelo ricresciuto sotto pelle e che si infetta. Nei casi più gravi, si potrebbe trattare di un lipoma, ovvero un tumore benigno che, di solito, non ha bisogno di trattamenti.

Anche il seno può infettarsi, facendo gonfiare proprio l’angolo delle ascelle. Si verifica abbastanza spesso nelle donne in fase di allattamento. In tal caso, comunque, è sempre buona cosa contattare il proprio medico. Se il nodulo non accenna a sgonfiarsi, ma anzi, cresce sempre più, evolvendosi, è meglio farsi controllare. Stessa cosa se il nodulo ritorna a fasi alterne, specialmente se dopo una prima volta è stato già trattato.

Potrebbe interessarti anche → La perdita dei capelli deboli, legata al disturbo del sonno e altre patologie

Infine, se si perde peso senza essere a dieta, questo è un sintomo che potrebbe preoccupare, perciò sarebbe opportuno farsi visitare. Uno specialista saprà consigliare le cure più adatte in base al tipo di rigonfiamento. L’importante è non lasciarsi prendere immediatamente dal panico, le cause di un nodulo alle ascelle sono diverse e di varia natura. Non è detto che sia qualcosa di davvero serio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *