Orchidea, come curarla dopo la fioritura e la caduta dei fiori

Sapete come curare la vostra bellissima orchidea dopo la fioritura e la caduta dei suoi splendidi fiori? Ve lo sveliamo noi!

Orchidea curare dopo fioritura caduta fiori
Orchidea (Download da Adobe Stock)

Con i suoi meravigliosi fiori l’orchidea phalaenopsis è una pianta molto apprezzata, in moltissimi amano averla in casa per dare un tocco in più all’arredamento. Si tratta però di una pianta molto delicata, è essenziale prendersene infatti cura nel modo corretto per farla durare a lungo e in salute.

Per via della sua straordinaria bellezza e della sua eleganza in tanti la regalano ad amici e familiari in speciali occasioni, è sempre un regalo super gradito. Non tutti sanno però come prendersene cura, sapete cosa fare quando cadono i fiori in seguito alla fioritura? Ve lo sveliamo noi!

Lo stelo del fiore può essere tagliato sia in modo parziale che totale, ma che differenza c’è tra le due opzioni? Dopo la fioritura se decidete di tagliare completamente il gambo dell’orchidea l’energia della pianta verrà incanalata verso lo sviluppo delle radici. È dunque molto probabile che otterrete una nuova e abbondante fioritura, c’è però un lato negativo, per la fioritura dovrete avere molta pazienza perché potrebbero volerci mesi o anche un anno.

Se decidete di tagliare solo parzialmente il gambo della pianta dovrete mantenere due nodi. In questo caso uno dei due potrebbe formare un nuovo gambo di fiori, ma la fioritura sarà meno vigorosa.

Ecco come curare l’orchidea dopo la fioritura e la caduta dei suoi fiori

Orchidea come curare dopo caduta fiori
Orchidea (Screenshot da Instagram)

Per prendervi cura al meglio della vostra bellissima orchidea dopo la fioritura e la caduta dei suoi fiori dovete anche sapere come stimolare la crescita di nuovi fiori. Tranne che ne mesi invernali è importante aiutare i fiori con un concime adatto, anche l’umidità deve essere adeguata.

Potrebbe interessarti anche: Orchidea, boccioli diventano gialli e cadono? Alcune cause e come evitarlo

Anche la luce gioca un ruolo fondamentale, la pianta deve ricevere la quantità di luce di cui necessita, ma non deve mai essere posizionata in un luogo in cui sia esposta ai diretti raggi solari, questo potrebbe infatti danneggiarla anche in modo irreparabile.

Stimola la crescita di nuovi fiori anche la differenza di temperatura tra giorno e notte, questa dovrebbe essere di 5-10 gradi. Inoltre, assicuratevi che il vaso sia adatto all’orchidea, è importante che questo consenta l’ingresso d’aria. Altra cosa da non sottovalutare è l’annaffiatura, questa non deve essere né troppo scarsa né eccessivamente abbondante.

Potrebbe interessarti anche: Orchidea, troppa acqua: ecco come rimediare all’errore

Se l’irrigazione è troppo frequente ed eccessiva può danneggiare gravemente la vostra splendida orchidea perché impedisce all’ossigeno di entrare nelle radici, queste di conseguenza marciranno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *