Urine come indicatore di malessere, basta controllarne il colore

Basta controllare il colore delle urine per conoscere il nostro stato di salute, sono infatti un indicatore di malessere, specie se rosa.

salute colore urine
Test urine e analisi sangue (Pixabay)

Basta controllare il colore delle urine per conoscere il nostro stato di salute, sono infatti un indicatore di malessere, specie se rosa. Sicuramente, per controllare eventuali malattie occorre saper osservare e ascoltare il proprio corpo. Dal colore delle urine riusciamo a capire molto sulla nostra salute. Se ci sono tracce di sangue?

L’urina cambia colore molto spesso e per svariati motivi. Può cambiar colore in base a ciò che abbiamo bevuto, oppure in relazione a una malattia, o ancora, se tende al rosa, significa perdite di sangue. In medicina, urina mescolata al sangue si definisce ematuria. Non si dovrebbe mai ignorare tale segnale, poiché potrebbe indicare alcuni gravi problemi alla vescica.

Potrebbe interessarti anche → Caffè: gli ingredienti che non si dovrebbero mai aggiungere

I problemi di salute relativi al colore delle urine

urine sangue
test esami medici (Pixabay)

Se c’è del sangue nelle urine c’è qualcosa che non va. Ciò potrebbe dipendere da eventuali infezioni in corso. Si potrebbero provare anche alcuni fastidi, come bruciori e dolori. In tal caso, occorre sottoporsi a una visita medica. Un’ecografia, nello specifico, per approfondire la propria situazione.

Sintomi di questo genere, specie se non accompagnati da bruciori e doloretti, potrebbero indicare un tumore alla vescica, ma non solo. L’ecografia potrebbe rivelare anche ingrossamento della prostata. I medici, in questi casi, per approfondire la questione, consigliano di effettuare due esami

  • L’esame citologico delle urine
  • La cistoscopia

L’esame citologico delle urine permette di verificare la presenza di eventuali tumori dell’apparato urinario. La cistoscopia, invece, è un esame più invasivo rispetto al precedente, grazie al quale si ispezionano le pareti della vescica e dell’uretra.

Potrebbe interessarti anche → Convivere con una malattia cronica in Italia

Questi esami sono necessari non solo per individuare eventuali tumori, ma anche per riconoscere calcoli, diverticoli o polipi. Quando si nota del sangue nelle urine, non accompagnato da altri sintomi e bruciori o da altre cause evidenti, come lesioni e ferite, allora è bene sottoporsi a questi esami, in modo tale da intervenire tempestivamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *