Rincari 2022, prezzi alle stelle e supermercati vuoti: per quanto durerà?

News rincari 2022, le cose stanno volgendo sempre più al peggio ed i motivi sono diversi. La attuale congiuntura politica internazionale peggiora tutto.

Scarsità di rifornimenti
Scaffali vuoti nei supermercati (Foto ANSA)

Rincari 2022, una circostanza negativa che purtroppo ha colpito tutti i settori e che viaggia di pari passo con l’aumento dell’inflazione e con tante altre difficoltà. La congiuntura odierna è davvero sfavorevole, come non succedeva da diversi anni.

L’ultima volta che l’umanità ha assistito ad una situazione brutta come quella dei rincari 2022 si ebbe nel 2008 e nel 2009, con una crisi economica che portò il mondo intero in recessione. Ora il quadro sembra essere anche peggiore, a causa della guerra immotivata scatenata da Vladimir Putin e dalla Russia contro l’Ucraina.

Una cosa che in Europa non si vedeva dai tempi della Seconda Guerra Mondiale. Un conflitto armato sul nostro continente mancava proprio da allora. Tutto ciò ha ripercussioni anche in ambito economico: ecco acuirsi la crisi, che riguarda i rincari 2022 per i generi di prima necessità e non solo.

Potrebbe interessarti anche: Supermercati vuoti, ora è emergenza: “Presto non ci sarà niente”

Rincari 2022, per quanto ancora andrà avanti?

Manifestazione dei coltivatori
Coldiretti protesta (Foto ANSA)

Grano, mais e simili sono saliti alle stelle. Proprio la Russia è uno dei maggiori esportatori al mondo sia di grano che di gas. E rendersi ostile al mondo interno non aiuto di certo. L’Italia si appoggia a Mosca per ricevere ogni anno considerevoli quantità di entrambi questi beni.

Anche l’Ucraina è uno dei primi cinque Paesi esportatori di tali beni, ma nelle condizioni in cui si ritrova non può curare la propria economia. E quindi i rifornimenti sono interrotti. Viene a crearsi così un effetto a valanga che coinvolge anche gli altri Paesi – Italia compresa – con una scarsità di beni che porta ai rincari 2022.

Potrebbe interessarti anche: Sciopero degli autotrasportatori, proteste in atto ovunque: grossi disagi

Quando l’offerta è inferiore alla domanda, i prezzi salgono. È una legge dell’economia. Per quanto riguarda il nostro Paese, sarà necessario rivolgersi ad altri esportatori. Cosa che non mancherà di presentare delle difficoltà.

Potrebbe interessarti anche: Rincari 2022, il paradosso: costa più la bottiglia di vetro che il pomodoro

Non si sa quanto potrebbe durare questa situazione estremamente negativa. La sensazione però è che tutto quanto possa trascinarsi sicuramente per tutto il 2022 almeno.

Impostazioni privacy