Disturbo da deficit dell’attenzione/iperattività: quali sono i sintomi

Il disturbo da deficit dell’attenzione e iperattività (ADHD) è molto comune e diffuso, ma spesso i sintomi non vengono ricollegati a questo problema. Cerchiamo dunque di capire quali sono per essere in grado di riconoscerli.

perdita concentrazione segnali
Ragazza che soffre di ADHD (Pexels)

Il disturbo da deficit dell’attenzione e iperattività (ADHD) di solito viene diagnosticato in età scolare. Quando i bambini in classe sono iperattivi, non riescono a stare fermi e si muovono in continuazione potrebbero avere l’ADHD, che influenza l’attenzione e la rende minima.

Ci sono poi altri bambini che hanno solamente un deficit dell’attenzione (ADD) ma senza iperattività. In questo caso riescono a stare seduti al proprio posto ma, nonostante siano molto intelligenti, non riescono a prestare attenzione e a completare i lavori a loro assegnati.

I sintomi sono evidenti, ma non sempre questo problema viene diagnosticato da medici o insegnanti. E quando viene fatto  molti genitori tendono a negare l’evidenza, non volendo pensare che il proprio figlio abbia qualche deficit. La mancata diagnosi, però, si rifletterà inevitabilmente sulla loro vita da adulti. Ecco dunque un’analisi dei sintomi per capire se anche tu o un tuo caro  può soffrire di uno di questi due disturbi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Ansioten: integratore per combattere lo stress e la depressione

I sintomi non riconosciuti del disturbo da deficit dell’attenzione e iperattività

distrazione attività eccessiva comportamenti
Donna che guarda nel vuoto (Pexels)

Magari fai fatica a concentrarti e non riesci a dare il meglio di te nel lavoro ma non sai proprio perché. Anche da piccolo eri così e infatti hai dei brutti ricordi legati alla tua infanzia. Ma non è che forse soffri di AHDH o ADD? Abbiamo detto che i sintomi più comuni ed evidenti sono la mancanza di attenzione e l’iperattività, ma ce ne sono altri meno evidenti ma altrettanto importanti. Ovvero:

  • Propensione agli incidenti
  • Problemi nelle relazioni personali
  • Difficoltà a svolgere o completare i lavori
  • Bassa autostima
  • QI sopra la media
  • Depressione e pensieri suicidi

Andiamo a vederli più nel dettaglio seguendo l’ordine. Gli adulti che soffrono di ADHD sono più soggetti agli incidenti. Possono infatti avere maggiori difficoltà alla guida, perché questa attività richiede di prestare attenzione a più stimoli contemporaneamente. Avere problemi a istaurare relazioni sociali e personali è molto comune, ma ciò si manifesta ancora di più quando gli adulti soffrono di ADHD senza esserne consapevoli. Le persone che soffrono di questo deficit potrebbero mettere a repentaglio le proprie relazioni per il fatto di essere troppo smemorati. Chi si trova dall’altra parte magari non immagina che ci possa essere un motivo ben più profondo dietro. Ecco perché è importante diagnosticare il problema.

Se era difficile completare i compiti a scuola, figuriamoci nella vita professionale. Anche in questo casi il rischio di perdere il lavoro per chi soffre di ADHD è molto alto. Specialmente nel mondo attuale, dove molti uffici sono open space e le distrazioni sono all’ordine del giorno. Questi problemi legati alla sfera sociale e professionale portano a una conseguente mancanza di autostima nell’individuo affetto da tale disturbo. Eppure queste persone hanno un livello di intelligenza molto alto, addirittura superiore alla media. Tutto ciò può a lungo termine portare alla depressione oppure a maturare pensieri suicidi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Confusione mentale, condizione patologica o temporanea?

Dopo aver analizzato questi sintomi, se conosci qualcuno che potrebbe soffrire di AHD o ADD o se leggendo questo articolo ti sei reso conto che potresti essere tu a soffrirne, consulta un esperto. I farmaci e la psicoterapia possono aiutarti a condurre una vita sana e felice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *