Masticare la radice di ginseng: perché farlo, benefici e controindicazioni

Se vi state chiedendo se sia possibile masticare la radice di ginseng, la risposta è sì: scopriamo come e perché questa abitudine fa bene alla salute.

Ginseng
Radice di ginseng (Adobe Stock)

Utilizzato da millenni nella medicina cinese, il ginseng è oggi conosciuto e diffuso anche in Occidente grazie alle sue innumerevoli proprietà benefiche. Non solo sotto forma di bevanda, questo alimento può essere consumato anche direttamente tramite la radice: ecco perché dovremmo iniziare a masticare la radice di ginseng.

Ginseng: caratteristiche e proprietà nutrizionali

Il ginseng è una pianta della famiglia delle Araliaceae, utilizzata nella medicina tradizionale orientale da oltre 5000 anni.

Ginseng: proprietà e caratteristiche
Radici di ginseng (Adobe Stock)

Non a caso, infatti, numerosi studi hanno messo in evidenza che questo alimento ha numerose proprietà farmacologiche, tra cui il miglioramento delle capacità mentali e l’accrescimento del vigore fisico.

Gli effetti benefici di questa pianta sono dovuti all’elevata presenza di principi attivi in essa contenuti:

  • Vitamine;
  • Polisaccaridi;
  • Oli essenziali.

Inoltre, il ginseng contiene gintonina e ginsenosidi, sostanze considerate i principi attivi della droga.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Consumare il ginseng può avere degli effetti indesiderati.

ginseng
Ginseng (da Facebook)

In primis, per evitare spiacevoli controindicazioni è fondamentale evitare di superare la dose giornaliera consigliata, che va da 0,5 a 2 grammi di radice secca.

Inoltre, prima di assumere il ginseng è consigliabile chiedere il parere del proprio medico: questo alimento, infatti, potrebbe interferire con l’azione di alcuni farmaci.

Consumare questa pianta è sconsigliato ad alcune categorie di persone:

  • Donne in gravidanza e durante l’allattamento;
  • Chi soffre di ipertensione;
  • Coloro che risultano predisposti alle emorragie.

Tra i principali effetti collaterali del ginseng ci sono:

  • Secchezza della bocca;
  • Irrequietezza;
  • Tremore;
  • Battito cardiaco accelerato;
  • Irritabilità;
  • Insonnia;
  • Mal di testa;
  • Diminuzione dell’appetito.

Masticare la radice di ginseng: tutti i benefici

Come abbiamo anticipato, assumere questo alimento può comportare numerosi vantaggi per il nostro organismo, a patto che si rispettino le precauzioni indicate.

Ginseng
(Adobe Stock)

Scopriamo nel dettaglio tutti i benefici derivanti dal masticare la radice di ginseng. Tra i principali rientrano:

  • Combatte lo stress psicofisico e aiuta la resistenza fisica e mentale;
  • Riduce il tasso dei lipidi;
  • Combatte i disturbi a carico del sistema gastrointestinale.

Combatte lo stress

Masticare la radice di ginseng aiuta a contrastare stress, stanchezza e affaticamento.

Radici di ginseng
(Adobe Stock)

L’assunzione di questa sostanza, infatti, stimola la produzione di cortisolo, anche noto come “ormone dello stress”.

Quest’ultimo migliora la risposta allo stress psicofisico, sollecitando la funzionalità del sistema nervoso centrale.

Potrebbe interessarti anche: Ginseng per dimagrire: è utile? Scopriamolo insieme

Riduce il livello di grassi nel sangue

Masticare la radice di ginseng permette di tenere sotto controllo l’ipercolesterolemia.

Ginseng
(Adobe Stock)

Questa semplice abitudine, infatti, riduce il tasso di lipidi nel sangue, rendendolo più fluido.

Inoltre, contribuisce alla dilatazione delle arterie, contrastando la formazione di placche arteriosclerotiche.

Di conseguenze, si riduce il livello di colesterolo cattivo e aumenta quello buono.

Potrebbe interessarti anche: Combattere stress e stanchezza con il ginseng: tutti i benefici

Migliora la salute del sistema gastrointestinale

Infine, l’ultimo importante beneficio che deriva dal masticare la radice di ginseng riguarda il benessere del sistema digestivo.

Radici di ginseng
(Adobe Stock)

Infatti, questa pianta contrasta disturbi a carico dell’apparato gastrointestinale, tra cui:

  • Bruciore di stomaco;
  • Gonfiore addominale;
  • Nausea;
  • Diarrea;
  • Costipazione.

In questo caso, oltre che masticare la sua radice può essere utile consumare regolarmente un infuso a base di ginseng.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.