Il potere delle essenze floreali per stare bene: i fiori di Bach

Per stare bene a volte basta davvero poco, come ad esempio utilizzare i fiori di Bach, in grado di sfruttare i benefici delle essenze floreali. 

benessere rimedi floreali
Rimedio floreale (Pixabay)

Il dottor Bach, batteriologo e omeopata inglese, considerava l’individuo come il risultato di un’unione armonica tra corpo e mente. Per lui la malattia non era altro che un conflitto tra queste due parti dell’essere umano e per risolverlo decise di creare un sistema floreale composto da 38 fiori.

Grazie alle sue ricerche e ai suoi studi, oggi i fiori di Bach sono diventati tra i rimedi naturali più diffusi per ritrovare il benessere e l’equilibrio fisico e mentale. Ma in che modo agiscono i fiori di Bach e quale potere le essenze floreali hanno sul nostro corpo? Scopriamolo insieme.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> I rimedi naturali per migliorare l’umore e stare bene con se stessi

I fiori di Bach: il rimedio per stare bene che sfrutta le essenze floreali

medicina floreale salute mente corpo
Fiori di Bach (Pixabay)

Durante la nostra vita siamo continuamente esposti e soggetti a influssi negativi che possono a lungo andare compromettere la nostra salute fisica e mentale. Ansia, stress, paure e preoccupazioni sono all’ordine del giorno. Ecco perché è necessario mettere in atto un rimedio che sia in grado di alleviare questi stati d’animo e di farci riappropiare della sicurezza e fiducia in noi stessi.

Gli estratti floreali di Edward Bach sono tra le soluzioni più diffuse per combattere questi stati di malessere. Poiché, come abbiamo visto, secondo Bach la malattia non è altro che la conseguenza fisica di uno stato mentale, questi estratti floreali non vanno dunque a intervenire sulla malattia, bensì sulla mente e su tutti gli influssi negativi che in qualche modo sono all’origine della malattia.

Non si possono dunque considerare delle medicine, bensì un aiuto per prendere consapevolezza di sé e reagire con sicurezza di fronte a tutte le situazioni negative che provocano preoccupazioni e ansie, in modo tale da ripristinare l’equilibrio. Ma come devono essere assunti questi estratti? L’essenza deve essere somministrata a seconda del malessere che si presenta, poiché ogni fiore presenta proprietà e caratteristiche differenti. Ad esempio, per curare lo sconforto o la solitudine bisognerà consumare un’essenza piuttosto che un’altra.

Per l’assunzione basta diluire 4 gocce dell’estratto in una bottiglia da 30 ml con acqua e brandy. L’operazione è da ripetere per 4 volte al giorno, preferibilmente lontano dai pasti.  I fiori possono essere assunti singolarmente o in associazione tra loro. In questi casi una goccia di ciascun fiore sarà dissolta nella miscela composta da acqua e brandy. Si possono trovare in commercio bottiglie da 30 ml già preparate contenenti acqua e brandy. A queste sarà sufficiente aggiungere le gocce dei fiori scelti in cui è sufficiente aggiungere quattro gocce dei fiori desiderati.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Dormire bene: alcuni rimedi naturali offrono un valido aiuto

Non ci sono studi scientifici in grado di confermare gli studi di Bach e l’efficacia dei suoi Fiori. Nonostante ciò, chi li ha utilizzati ha attribuito loro un potere curativo in grado di risolvere problemi sia fisici che mentali. Si tratta infatti di un rimedio di autoguarigione molto diffuso. Ecco perché molto spesso viene associato ad altre terapie mediche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *