Come pulire le fughe del pavimenti: tecniche e prodotti efficaci

Come pulire le fughe dei pavimenti, con l’utilizzo di pochi prodotti e per di più economici. Scopriamo quali sono e come utilizzarli.

mattonelle
Fuga tra le mattonelle (Foto Inran)

Spesso in fase di costruzione della propria casa si commettono degli errori in merito ai materiali che si scelgono.

Le fughe tra le mattonelle non sono ben viste ma non sono di certo errori, tuttavia raccolgono molto sporco al loro interno.

Si tratta di rifiniture che non possiamo fare a meno di utilizzare, sia perché è la legge che lo impone sia perché determinano la stabilità della casa.

Le fughe tra i pavimenti, è lo spazio tra una piastrella e l’altra. Quella riga colorata che forma un reticolo sul pavimento o rivestimento.

In questo articolo, ci occuperemo proprio di questo “particolare” o meglio, andremo a vedere come pulire le fughe dei pavimenti.

Come pulire le fughe dei pavimenti

Le fughe dei pavimenti, anche se a molti non piacciono, sono indispensabili per definire sia l’aspetto estetico che le prestazioni tecniche del pavimento.

bicarbonato e aceto
Bicarbonato di sodio e aceto di mele (da Adobe Stock)

Si tratta di una distanza necessaria che permette ai pavimenti la dilatazione e il naturale assestamento dovuto ai movimenti della casa, all’umidità e alle escursioni termiche.

Considerando che non si possono eliminare, è opportuno sapere come fare per vederle sempre nelle migliori delle condizioni di pulizia.

Purtroppo nelle fughe si accumula tutto ciò che si trova sul pavimento e che non viene raccolto in modo adeguato.

Nonostante passiate l’aspirapolvere, la scopa, l’acqua e sapone, lo sporco rimane in questi canaletti. Come possiamo pulire le fughe dei pavimenti?

Scopriamo tutte le tecniche più semplici e veloci per pulire le fughe dei pavimenti.

Acqua e aceto

Preparare una miscela di acqua tiepida ed aceto e nebulizzarla con uno spruzzo sulle fughe. Lasciate agire e poi pulite con uno straccio vecchio.

Questa soluzione ha un forte potere sgrassante perciò è molto efficiente in cucina per pulire le fughe dei pavimenti come anche quelle sui muri della parete del piano cottura.

Bicarbonato

Il bicarbonato insieme all’acqua calda, diventa una crema pastosa da passare con uno spazzolino sulle fughe che si sono annerite e sporcate nel tempo.

Lasciate agire per circa 30 minuti e poi pulite con uno straccio ed infine sciacquate. Anche questo metodo è molto valido per i pavimenti e per le fughe della parete della cucina.

Potrebbe interessarti anche: Come togliere il muschio dai pavimenti esterni: tecniche e prodotti

Acqua ossigenata

L’acqua ossigenata a 10 volumi può essere la soluzione più efficace per le fughe del pavimento e delle pareti del bagno. Applicatene un po’ sullo spazzolino e iniziate a strofinare delicatamente.

Se lo sporco è ostinato aggiungente un po’ di bicarbonato, risolverà il problema delle fughe annerite dalla muffa.

In caso di sporco tenace, si può intervenire con il vapore, in alternativa, con prodotti chimici particolarmente aggressivi. Per tale motivo è opportuno usarli con cautela, facendo prima una prova in un angolo del pavimento, poco visibile all’occhio.

Se proprio lo sporco non viene via non c’ è altro da fare che rinnovare le fughe dei pavimenti con un nuovo strato di stucco.

Basterà eliminare il vecchio stucco con un taglierino o un trapano (con punta molto piccola). Prima di passare il nuovo stucco, aspirate i residui, e poi passatelo negli spazi eliminando gli eccessi.

In alternativa, rivolgetevi a ditte specializzate che sappiano intervenire in modo mirato ed efficace su ogni tipo di sporco.

Tutte queste tecniche e i prodotti citati, ossia il bicarbonato, l’aceto e il vapore acqueo sono efficaci anche per le fughe dei pavimenti in gres, l’importante è provare sempre prima in un angolo della casa un po’ più riparato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *