Tutto ciò che devi sapere sulla pillola anticoncezionale

La pillola anticoncezionale è una medicina ormonale utilizzata nella maggior parte dei casi per evitare la gravidanza ma non solo. Vediamo tutto ciò che c’è da sapere su questo prodotto farmacologico.

rimedio anticoncezionale
Pillola anticoncezionale (Pixabay)

Le pillole anticoncezionali sono composte da 2 ormoni artificiali chiamati estrogeni e progestinici (oppure solo progestinico), prodotti naturalmente nelle ovaie delle donne e in grado di eliminare il rischio di gravidanza. Ciò avviene anche grazie all’ispessimento del muco cervicale che ostacola l’ingresso dello sperma nell’utero, le cui pareti si assottigliano e tutto ciò rende meno probabile l’impianto dell’ovulo. 

Questa è la motivazione principale per cui viene prescritta la pillola concezionale. Ve ne sono però altre legate al ciclo mestruale che può essere doloroso e fastidioso. La pillola in questo caso può influire sul ciclo rendendolo appunto meno dolorante, ma anche in grado di regolarizzarlo e di renderlo più breve. In altri casi viene invece utilizzata per combattere l’acne.

La pillola è dunque in grado di offrire diversi benefici all’organismo ma non sempre il suo utilizzo è del tutto chiaro. Vediamo dunque qual è la corretta modalità di assunzione e cosa c’è da sapere su questo medicinale.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Ginoden, l’anticoncezionale di terza generazione per risolvere le problematiche della pillola

Come assumere la pillola anticoncezionale

Abbiamo visto che il suo meccanismo rende la pillola uno tra i contraccettivi più efficaci, anche se esiste un 8% delle donne che pur utilizzandola rimane incinta durante il primo anno di assunzione. Questo però può essere dovuto anche a un’assunzione scorretta. È infatti importante sapere che la pillola deve essere assunta tutti i giorni alla stessa ora. E si può cominciare a prenderla il primo giorno del ciclo oppure un giorno qualsiasi durante il mestruo.

come assumere pillola
Ragazza con in bocca la pillola anticoncezionale (Pexels)

Se opti per la seconda scelta devi sapere che è meglio utilizzare un altro contraccettivo durante i primi 7 giorni del primo ciclo mestruale dall’assunzione se si hanno rapporti in questo arco di tempo. In qualsiasi caso fai bene attenzione a iniziare ogni confezione lo stesso giorno della settimana che hai scelto per il primo blister. E se dovessi dimenticarne di prenderne una? Assumi la pillola il prima possibile, anche se ciò può voler dire assumere due nell’arco di un giorno.

C’è poi la credenza diffusa che dopo un tot di tempo sia meglio interromperne l’assunzione, ma a dire il vero non è così. A meno che non ci siano delle buone ragioni per farlo. In qualunque caso dovrà essere la ginecologa a dirti quando è necessario interrompere la pillola. Evita quindi di prendere l’iniziativa da sola. Detto questo, la pillola può anche causare alcuni effetti collaterali. I più comuni e più blandi sono l’aumento di peso, emicrania, assenza di mestruazioni (amenorrea), secchezza cutanea, perdite vaginali, irritabilità. Ve ne sono però altri più seri come un aumento del rischio di alcuni tumori oppure di fenomeni di tromboembolismo venoso. Ecco perché è fondamentale consultare un medico prima dell’assunzione, in modo tale da valutare che non ci siano possibili rischi per la tua salute.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Pillola Yaz, contraccezione e prevenzione della sindrome premestruale

In generale tutte le donne che non soffrono di problemi di coagulazione, di colesterolo, di ipertensione o altre malattie croniche possono consumare questo farmaco. Infine, è importante sapere che questo farmaco può proteggere dal rischio di gravidanza ma non dal fatto di contrarre malattie sessualmente trasmissibili. Ecco perché è sempre meglio utilizzare anche il preservativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *