Le origini della Pasquetta: perché il lunedì dopo Pasqua è festa?

Le origini della Pasquetta: perché il lunedì dopo Pasqua è festa? eccoci alle origini di scampagnate e gite fuori porta, in una storia civile e religiosa

Pasquetta origine
Mare (Pixabay)

Che la pasquetta sia un ottimo momento per passare del tempo all’aperto, in compagnia degli amici, non ci piove. E speriamo non ci piova, visto che ogni anno, a pasquetta, preciso come un orologio svizzero, arriva il mal tempo. Ma ci siamo mai chiesti da dove venga questa festa?

Ti potrebbe interessare anche->Migliori tè del 2022: come scegliere i più buoni

Le origini della Pasquetta, ecco perché si festeggia ancora dopo pasqua

Pasquetta perché
Natura (Pixabay)

La maggior parte di voi ora si starà preparando in vista della Pasquetta appena iniziata: un bel pretesto per godersi la giornata di sole che ci si prospetta davanti, senza neppure una nuvola. Un’eccezione se si considera che, neppure a farlo apposta, a pasquetta piove, sempre e comunque. Questa invece sembra delinearsi come una pasquetta calda e soleggiata, da passare a stretto contatto con la natura, in compagnia degli amici, ridendo, giocando e gustandosi un ottimo pic-nic.

Ti potrebbe interessare anche->Come tenere l’alloro anche in balcone: le cure giuste

Come al solito però siamo un po’ distratti e non ci chiediamo il perché delle cose. Ecco quindi che le origini della pasquetta sono per la maggior parte di noi un mistero, avvolto nel tempo e nella tradizione. La storia che si cela dietro è però piuttosto semplice, ed ha, all’origine, delle spiegazioni che affondano le radici nella tradizione cristiana. Il vero nome della pasquetta sarebbe infatti lunedì dell’angelo, perché racconta dell’incontro che sarebbe avvenuto tra l’angelo e le donne che scoprono il sepolcro vuoto. Come logicamente si capisce, questi fatti sono avvenuti di domenica e non lunedì. Il problema è che ci fu un problema di fraintedimento. Sui testi sacri dei cristiani sta scritto che questo avvenne “Il giorno dopo pasqua”, dove per pasqua si intendeva quella ebraica che cade di sabato, e quindi la stessa pasqua cristiana, di domenica. Invece si è data all’espressione l’interpretazione più ovvia di pasqua cristiana, andando a considerare quindi lo stesso lunedì.

Civilmente, la pasquetta fu introdotta nel dopoguerra per rendere più lunghe le vacanze pasquali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *