Lingua dei segni: imparare a capirla stimola il cervello e migliora le interazioni

Imparare a capire la lingua dei segni aiuta a stimolare il cervello, migliorando le interazioni: ecco perché è un buon motivo studiarla.

lingua dei segni cervello interazioni
Ragazza sorridente che gesticola (Pixabay)

Imparare a capire la lingua dei segni aiuta a stimolare il cervello, migliorando le interazioni: ecco perché è un buon motivo studiarla. Esistono da sempre, sono basate su espressioni facciali e su movimenti del corpo, le lingue dei segni affondano le radici sin nell’antichità. Sebbene, oggi, siano utilizzate solo da persone sorde o da persone vicine ad esse, queste sono una forma di comunicazione davvero profonda.

Non bisogna sottovalutare la lingua dei segni, perché questa contiene numerosi aspetti verbali e non. Imparare a conoscerla, a capirla e magari a reinterpretarla, giova molto al nostro cervello. Questa, infatti, stimola la comunicazione e migliora la socialità. Come mai?

Potrebbe interessarti anche → Consigli per migliorare il rapporto genitori-figli. Funzionano, provateli

Perché bisogna imparare a capire la lingua dei segni: tutti i benefici

imparare lingua dei segni benefici
Gesti con le mani (Pixabay)

L’uomo è un animale sociale, per questo motivo, la gestualità è di fondamentale importanza, quasi quanto le parole. Spesso, le parole si appoggiano alla gestualità della mani o alle espressioni facciali. Ben prima di raggiungere un livello di comunicazione verbale logico e concreto, l’uomo primitivo si avvaleva appunto della gestualità per comunicare con gli altri.

Il linguaggio vocale e uditivo sono giunti più tardi, quando il cervello dell’uomo si è sviluppato. Di lingue dei segni ne esistono infinite, poiché devono rispecchiare il modello di comunicazione di un determinato Paese e territorio. In pratica, i gesti devono ricalcare la diversità delle lingue di ogni Nazione e Regione.

Quando stiamo comunicando con qualcuno, l’area di Broca, che è l’area del cervello situata nell’emisfero sinistro, si attiva. L’area di Wernicke, invece, è sempre situata nell’emisfero sinistro del cervello, ma questa si attiva per recepire immagini e suoni. Allo stesso tempo, un’area dell’emisfero destro si attiva per il riconoscimento facciale e dello spazio.

Potrebbe interessarti anche → Perché cadono i capelli, le cause e quali rimedi efficaci applicare

Una qualsiasi lesione a queste aree del cervello, comporta difficoltà di espressione e di comprensione. Perché conoscere la lingua dei segni è importante? Perché ciò aiuta a concentrarsi sui particolari, sui singoli suoni e gesti. Inoltre, si allena maggiormente la memoria visiva. Interpretare segni e gesti ed espressioni aiuta nel comportamento sociale, a interagire con gli altri e a interpretare la società in cui si vive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *