Carenza di Iodio: i 3 segni più comuni e in che modo assumerlo

Lo iodio è una sostanza importante da assumere e una sua carenza può comportare gravi rischi per la salute, ecco quali sono i segni a cui dare attenzione.

dove si trova lo iodio
Piatto ricco di iodio (Unsplash)

Quando si pensa allo iodio, l’elemento chimico che aiuta il corpo a produrre ormoni tiroidei e a regolare l’energia, probabilmente lo si associa al sale da cucina. Questo perché negli anni ’20, i ricercatori hanno scoperto che le persone, in alcune aree del paese, stavano sviluppando gozzi, o ghiandole tiroidee ingrossate, a causa della carenza di iodio. Per trovare una soluzione a ciò, il governo degli Stati Uniti ha consigliato ad alcune aziende di iniziare ad aggiungere iodio al sale.

Mentre la maggior parte delle persone non deve davvero preoccuparsi dei livelli di iodio, c’è tuttavia una cosa importante da tenere a mente. Alcune persone, come le donne incinte o in allettamento, che sono ad alto rischio di carenza di iodio perché c’è un maggiore bisogno di questo elemento per lo sviluppo della tiroide fetale. Poiché lo iodio si trova in alimenti diversi dal sale da cucina come: latte, frutti di mare, pane e uova. Anche se la carenza di iodio è difficile da diagnosticare, questo non significa che non si possa imparare a individuare i segnali di avvertimento che invia il corpo.

Ti potrebbe interessare anche >>> 5 problemi agli occhi da non ignorare, dalle macchie al dolore

I 3 principali segni che invia il corpo quando soffre di carenza di iodio

I sintomi in genere appaiono solo quando la carenza di iodio è grave, il che è raro.

sintomi carenza iodio
Malessere (Pexels)

Gozzo (tiroide ingrossata)

Quando l’assunzione di iodio scende sotto i 100 microgrammi al giorno, il corpo inizia a pompare più ormone tiroideo chiamato TSH. Questo può portare a un ingrossamento della tiroide (noto anche come gozzo), che è il sintomo più comune di carenza di iodio. Un gozzo può o non può essere visibile come un grumo nella parte anteriore del collo, solitamente lo si vede dopo un’ecografia o una TAC. Se si ha un gozzo, si potrebbe provare una sensazione di soffocamento o avere difficoltà a deglutire o respirare.

Ipotiroidismo (tiroide sottoattiva)

Se il tuo apporto di iodio scende al di sotto dei 10-20 microgrammi al giorno, si può sviluppare l’ipotiroidismo, o una tiroide sottoattiva (il che significa che la tiroide non produce abbastanza ormoni). I sintomi possono includere:

  • affaticamento
  • aumento di peso
  • perdita di capelli
  • capelli secchi
  • pelle secca
  • costipazione
  • intolleranza al freddo
  • viso gonfio
  • raucedine
  • debolezza muscolare/ mal di testa
  • depressione
  • perdita di memoria.

Complicazioni della gravidanza o problemi di sviluppo del bambino

La carenza di iodio è stata collegata a infertilità, aborti, parto pretermine, bambino non in salute e anomalie congenite. I neonati e i bambini le cui madri sono carenti di iodio durante la gravidanza o l’allattamento potrebbero avere inoltre un QI più basso, ritardi mentali, crescita rallentata o problemi con la parola e l’udito. La carenza di iodio da lieve a moderata è stata anche collegata a un maggior rischio di Disturbo da Deficit di Attenzione Iperattività nei bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *