Gli alimenti che indeboliscono la memoria sono questi

Una buona alimentazione è anche sinonimo di benessere psicofisico, ecco perché non dovresti mangiare questi alimenti che indeboliscono la memoria.

perdita memoria
Perdita di memoria (Pixabay)

Per stare bene sia a livello fisico che mentale l’alimentazione riveste un ruolo di primo piano. Mangiare bene è il segreto per mantenersi in forma, ma è anche il modo migliore per preservare il cervello dai rischi a cui è esposto con l’avanzare dell’età.

La perdita di memoria, le difficoltà nel linguaggio e nel ragionamento, così come l’incapacità di orientarsi o le alterazioni del comportamento e della personalità sono tutti sintomi che possono insorgere con la modifica di alcune funzioni celebrali.

Le cause possono essere diverse ma una buona alimentazione è sicuramente il modo migliore per fare prevenzione. Ecco perché può esserti utile sapere quali sono gli alimenti che indeboliscono la memoria.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Rafforza la memoria e proteggi le funzioni del cervello con i fermenti lattici

Gli alimenti che indeboliscono la memoria secondo un nutrizionista

cibo spazzatura
Hamburger e patatine (Pixabay)

Se ci sono alimenti in grado di rafforzare la memoria, come ad esempio il pesce, la frutta secca, i legumi o il cioccolato, ce ne sono altri che possono indebolirla, a causa di alcuni batteri intestinali che sono in grado di generare delle infiammazioni celebrali e dei processi metabolici che colpiscono la memoria. Lo ha affermato un nutrizionista di Harvard, il quale ha analizzato in uno studio i principali alimenti che contengono questi batteri.

Gli zuccheri aggiunti sono i primi alimenti da evitare, anche se purtroppo li ritroviamo in molti cibi. Oltre a indebolire la memoria, gli zuccheri possono favorire anche l’aumento di peso, così come i cibi fritti. Secondo alcuni studi, oltre a una maggiore incidenza di obesità i cibi fritti possono avere come effetto collaterale anche una scarsa concentrazione.

Nonostante i carboidrati siano fondamentali in una dieta sana, per preservare una buona memoria è meglio evitarne alcuni, come ad esempio il pane, il riso e le patate, e privilegiarne altri, ossia frutta e verdura. Anche l’alcol ha degli effetti negativi sulla memoria, lo hanno rivelano alcuni studi che hanno constatato un maggiore rischio di demenza in chi ne abusa.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —-> Il nuoto migliora la memoria e fa bene al cervello

Infine, un alto consumo di nitrati, usati come conservanti della carne per migliorarne l’aspetto, è correlato alla depressione. Ecco perché, secondo il nutrizionista, è bene scegliere i prodotti conservati con il grano saraceno. Osserva dunque l’etichetta e scegli gli alimenti migliori per la tua memoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *