Superare angoscia e frustrazione è possibile con il codice Yager

In uno stato di ansia e angoscia può prevalere un senso di frustrazione difficile da superare, ma il codice Yager può essere la soluzione.

frustrazione
Uomo frustrato (Pexels)

Quante volte ci siamo sentiti frustrati di fronte a un problema che ci ha suscitato ansia e stress? Se ciò è accaduto è perché non siamo riusciti a risolvere quella condizione di blocco emotivo che si verifica nel momento in cui, di fronte a una situazione che ci logora, non riusciamo a trovare una via di fuga.

Ma fortunatamente una soluzione esiste e si chiama codice Yager. Vediamo insieme in che cosa consiste.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —-> Art therapy: dare un’immagine alle emozioni

Che cos’è il codice Yager?

ansia
Senso di frustrazione (Pixabay)

Il cambiamento può essere ciò di cui abbiamo bisogno quando ci troviamo a dover gestire un problema che sembra non avere soluzione. Ma come raggiungerlo? Attraverso un approccio psicoterapeutico che va al di là di quello tradizionale. Questo ci permette di raggiungere un livello di coscienza maggiore, in grado di riuscire a identificare la causa di disturbi fisici, mentali, comportamentali o psicogenesi, oltre alla guarigione degli stessi.

Sto parlando del codice Yager, noto anche come ipnosi analitica clinica, che prende il nome da Edwin K. Yager, medico ingegnere e psicologo americano che lavorò come professore di ipnosi alla California Medical School di San Diego. Yager in realtà sviluppò questo metodo per curarsi dall’Alzheimer, obiettivo che è riuscito a ottenere proprio perché il suo approccio di fronte al problema e alle sue cause include delle abilità che vanno oltre la coscienza. Ma in che cosa consiste esattamente?

Si tratta di una terapia ipnotica analitica con cui il paziente cerca di indagare l’origine del problema non tanto racontando al terapeuta cosa gli succede, bensì trovando da solo l’origine del problema facendo leva sulle proprie risorse. La figura del terapeuta in questo caso è quindi solo di supporto.

Ma per riuscire nel suo intento il paziente deve seguire i principi del codice Yegar, ossia condizionamento, ricordo, ricondizionamento e visione triadica della mente. Partendo dunque dal ricordo di un episodio che potrebbe aver scatenato il problema si procede cercando di trovare una soluzione in autonomia, ricondizionando quella parte della mente che ha bisogno di essere “curata”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —-> Scrittura espressiva: prendere consapevolezza delle proprie emozioni

Per farlo bisogna attingere alla mente superconscia. Si tratta di un livello di intelligenza superiore grazie al quale è possibile trovare le capacità mentali illimitate di cui disponiamo e che ci aiutano ad accedere ad altre aree per risolvere i problemi.

Impostazioni privacy