Trimetilaminuria, la malattia metabolica che mette a disagio perché si odora pesce

La trimetilaminuria è una malattia che mette in forte disagio le persone colpite, perché queste odorano di pesce: come ci si convive?

sindrome odore di pesce
Ragazza che impazzisce (Pixabay)

La trimetilaminuria è una malattia che mette in forte disagio le persone colpite, perché queste odorano di pesce: come ci si convive? Gli enzimi consentono al nostro corpo di metabolizzare e di smaltire le sostanze che introduciamo. Ma quando questi funzionano in modo scorretto danno origine a diverse e rare malattie. Una di queste è, appunto, la cosiddetta sindrome da odore di pesce.

Non certo una piacevole condizione, in cui il corpo è incapace di produrre un enzima adibito allo smaltimento delle sostanze presenti nel pesce e nei crostacei. Si tratta quindi di una malattia metabolica secondo la quale la trimetilammina viene espulsa attraverso il sudore, l’alito e l’urina. Il tutto si traduce in un odore molto sgradevole, una puzza di pesce s tutto il corpo, con cui non è semplice convivere.

Potrebbe interessarti anche → Bevande dietetiche: le sei persone che dovrebbero evitarle

La malattia dell’odore di pesce, cosa fare

malattia puzza pesce
Ragazzo che stende le mani (Pixabay)

È un difetto genetico ereditario, ma la trimetilaminuria non è una malattia pericolosa. Certo, una quotidianità del genere non è semplice, i soggetti che ne sono colpiti si sentono spesso a disagio con le altre persone. Talvolta, tendono a isolarsi e a emarginarsi, e spesso sviluppano brutte depressioni o problemi di ansia.

Questa sindrome può essere più o meno grave. Quando è lieve, i soggetti che ne sono colpiti possono anche non accorgersene, e la famiglia può essere abituata all’odore tanto da non rendersene conto. Salvo poi venire a contatto con la realtà dei fatti, magari in sedi differenti dall’ambito familiare, e restarne scioccati. L’inconsapevolezza, in certi casi, può essere terribile, e può scatenare brutte reazioni.

Essere consapevoli della malattia è importante, in questi modo si può combattere con medicine e diete specifiche. In alcuni casi, si può anche superare, ma sempre dietro l’attenzione e i consigli dei medici. La patologia esplode durante lo sviluppo, quindi in adolescenza, in una fase molto critica e delicata per una persona. È in questo periodo che bisogna agire correttamente per evitare ripercussioni a livello psicologico.

Potrebbe interessarti anche → Tonificare le braccia e rassodare i glutei anche quando si è al mare

La trimetilaminuria è una condizione rara, che colpisce poche persone al mondo, ma non deve essere ignorata dalla medicina. Bisogna risolvere questo deficit enzimatico. Grazie al web, tante persone scoprono solo ora di esserne affetti, e così corrono a informarsi. Si scoprono sempre più casi. Ciò potrebbe spronare i medici ad approfondire la questione, cercando di trovare una cura risolutiva a questo problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *