Formicai in giardino? Tre metodi per poter risolvere

Potrebbero rappresentare un grande problema, con questi tre metodi però potreste liberarvi per sempre dei formicai in giardino

Formicai (Foto Pixabay)
Formicai (Foto Pixabay)

Le formiche per la maggior parte costruiscono formicai dalla struttura molto complessa, a differenza di quelle nomadi che non stazionano in un luogo fisso. Possono essere costruiti sia su alberi, anche se raramente, o sotterranei. Utilizzano vari materiali come materie vegetali o il terreno stesso. Sono inoltre molto attente nella “progettazione”. Infatti le formiche notano se c’è la presenza di loro simili morti. In questo caso ad esempio non nidificheranno in quanto c’è la possibilità di una minaccia in quel luogo per la loro sopravvivenza.

Sempre per essere al sicuro, sono anche pronte in qualsiasi momento ad abbandonare il proprio formicaio al primo segnale di allarme. Spesso scelgono come luogo i giardini arrivando a colonizzare lo spazio. Questi animali sono importanti per l’ecosistema, ma possono anche provocare in determinate situazioni danni all’essere umano e alle piante.

Tre metodi per poter liberarsi dei formicai

Formicaio (Foto Pixabay)
Formicaio (Foto Pixabay)

Quando accade che un formicaio diventi molto popolato cresce con lui anche il pericolo di malattie come ad esempio i funghi. Si può decidere, nel caso in cui sia presente nella propria abitazione di diminuirne la grandezza o eliminarlo. Ecco tre metodi per poterlo fare.

Potrebbe interessarti anche: Formiche mai più, il metodo immediato per non doverle sopportare

  • Acqua: sarà necessario creare dei buchi intorno al formicaio per poi posizionare contenitori “appiccicosi”. Per poterlo fare si dovrà mescolare nella buca stessa o nel contenitore, acqua e sapone con buccia di arancia o limone. Le formiche dovrebbero avere l’impedimento di uscire di nuovo nel giardino.
  • Riso: Servirà una polvere che si preparerà frullando 200 gr di riso integrale. Inserire la polvere in una busta forata e spargere il contenuto intorno al formicaio. Le formiche prenderanno la polvere portandola all’interno. Il riso assorbirà l’umidità presente e non farà più nascere nuovi animali.
  • Aceto: Le formiche seguono delle “tracce” quindi eliminarle farà si che cesserà anche la loro attività. Basterà creare un composto con 150 ml di acqua e 150 ml di aceto. Mescolare e poi immergere un panno al suo interno. Ora si potrà passare sulle superfici dove le formiche transitano.

Potrebbe interessarti anche: Addio formiche e scarafaggi, ecco il repellente fai da te

Questi 3 metodi sono naturali e privi di sostanze chimiche che potrebbero essere presenti nei prodotti appositi comprati presso rivenditori. Si tenterà così di risolvere il problema non creando maggiori danni all’ambente e anche al proprio organismo dato che non fa bene inalare determinate sostanze.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *