Bollette 2022, come risparmiare sulla luce e ricevere il Bonus

In che modo possiamo contrastare l’aumento delle bollette nel 2022, con rincari enormi per luce e gas. I consigli su come contenere le spese.

Un contatore dell'energia elettrica
Un contatore dell’energia elettrica (Foto Twitter)

Bollette 2022, come contrastare l’aumento sia della luce che del gas? Alcune categorie di cittadini possono fare ricorso al bonus sociale, che permette di ricevere degli sconti e delle agevolazioni pari anche a diverse centinaia di euro. L’unico requisito richiesto in questo senso è quello di avere un ISEE che non vada oltre i 12mila euro di reddito annuo.

Ma ci sono anche altre strade percorribili in piena autonomia per tentare di risparmiare il più possibile sulle bollette 2022. La corrente elettrica ed il gas hanno subito delle impennate tremende rispetto all’anno scorso. Perciò è più che fondamentale adottare dei comportamenti corretti, volti al risparmio ed all’azzeramento degli sprechi.

È chiaro che, per ridurre gli esborsi sulle bollette del 2022, aiuta molto il ridurre i consumi. Non possiamo più permetterci il lusso di tenere acceso questo o quell’elettrodomestico in maniera indiscriminata. Certe abitudini devono cambiare, e tra l’altro questa cosa vale anche per l’acqua, dal momento che è in corso una grave emergenza idrica in tutta Italia.

Potrebbe interessarti anche: Oneri di sistema, cosa sono e quanto paghiamo in più nelle bollette

Bollette 2022, come risparmiare: usa questi accorgimenti

Una serie di contatori in un condominio
Una serie di contatori in un condominio (Foto Twitter)

Per quanto riguarda la bolletta della luce, staccare dalla presa della corrente tutte le spine collegate quando non stiamo utilizzando i vari elettrodomestici che non siano il frigorifero ed il congelatore è di grande aiuto. Infatti, anche da spenti, i vari apparati elettronici erogano un consumo di energia che ha il suo peso su quella che è la cifra che dobbiamo pagare ogni trimestre.

Potrebbe interessarti anche: Aumento delle bollette, luglio salvo col nuovo ddl: come l’abbiamo scampata

E nel corso di un anno questo e quel consumo irrisorio, sommati tra loro, portano ad una spesa accresciuta di decine di euro. Tutto ciò, in aggiunta ai rincari, grava sulle nostre tasche. Di grande supporto è anche l’adozione di fasce orarie nei consumi, inserite in appositi contratti. In questo modo utilizzare solo di sera elettrodomestici ad elevato consumo di energia elettrica come la lavatrice, l’asciugatrice e la lavastoviglie sarà più conveniente.

Potrebbe interessarti anche: Come risparmiare con il condizionatore, i consigli per stare al fresco e felici

Le stesse vanno usate solamente quando a pieno carico e dovranno essere di classe energetica A o superiore, con uno o diversi + in aggiunta. Mediante il Bonus Mobili è possibile acquistare elettrodomestici e strumentazioni più moderne, concepite per ridurre consumi e sprechi, ottenendo al tempo stesso delle detrazioni fiscali sulla spesa relativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *