Prendersi cura del basilico in estate: tutti i consigli

Come evitare che la nostra pianta aromatica appassisca con l’arrivo del caldo torrido? Ecco come prendersi cura del basilico in estate.

Basilico in estate
Pianta di basilico (Canva)

Amatissimo per il suo gusto fresco e inconfondibile, il basilico è ampiamente utilizzato in cucina per arricchire numerose ricette. Non solo: le sue proprietà benefiche per l’organismo sono ben note e davvero efficaci per contrastare svariati disturbi. Per questo, dotarsi di un vasetto di questa pianta aromatica è l’idea migliore per averla sempre a disposizione. Cosa sapere sulla cura del basilico in estate? Ecco tutte le accortezze da mettere in pratica.

Come prendersi cura del basilico in estate? Cosa sapere

Il caldo torrido è uno dei nemici principali della nostra pianta di basilico.

Del basilico fresco
Del basilico fresco (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Per questo, è indispensabile conoscere tutte le esigenze di questa erba aromatica, così da offrirle il nutrimento e il supporto di cui necessita per superare la stagione estiva senza problemi.

In particolare, i consigli per prendersi cura del basilico anche in estate riguardano:

  • Il posizionamento della pianta;
  • La frequenza di somministrazione dell’acqua;
  • La fioritura.

Dove posizionare la pianta?

In estate dovremmo mettere il basilico in un punto assolato, oppure sarebbe preferibile collocarlo all’ombra?

Sebbene questa pianta ami il sole e il caldo, nei periodi dell’anno troppo torridi è sconsigliato esporla direttamente ai raggi solari, che rischierebbero di scolorirne le foglie e inaridirne le radici.

Per questo, l’ideale sarebbe collocarla in una zona luminosa, esposta al sole solo nelle prime ore della giornata. Anche la tipologia di vaso in cui inserire la pianta è importante per garantire la sua crescita e prosperità.

Si consiglia di scegliere un vaso non eccessivamente piccolo: il terreno rischierebbe di asciugarsi troppo in fretta sotto il sole cocente, portando il basilico ad appassire.

Attenzione anche al materiale del recipiente: meglio scegliere vasi di argilla, ceramica o terracotta, che non si scaldano velocemente come fanno la plastica e il metallo, noti per essere conduttori di calore.

Ogni quanto annaffiare il basilico?

Per prenderci cura del basilico in estate, dovremo annaffiarlo regolarmente. La somministrazione dell’acqua dovrebbe avvenire ogni giorno e, più in generale, ogni volta che il terreno che ospita la pianta appare secco.

Il suolo, infatti, dovrebbe mantenersi umido. L’ideale sarebbe prediligere un terriccio poroso e dall’azione drenante.

Cura della fioritura del basilico in estate

Infine, un’ultima accortezza riguarda la fioritura del basilico.

Dovremmo cercare di ritardare questo processo, potando regolarmente le foglie. Dopo la fioritura, infatti, la pianta inizia a produrre semi e progressivamente smette di produrre foglie.

In ogni caso, una volta avvenuta la fioritura potremo conservare i semi e piantarli a primavera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.