Truffa INPS, la furbata dei ladri per raggirarci: come fare per riconoscerla

Circola una truffa INPS molto subdola che può sottrarre a chi ha la sfortuna di cascarci tutti i risparmi presenti sul proprio conto. In che modo è possibile riconoscerla.

Rappresentazione di un cyber criminale
Rappresentazione di un cyber criminale (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI SONO:

Truffa INPS, c’è una minaccia che incombe su molti cittadini. E che non coinvolge ad alcun titolo ovviamente l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale. Infatti ci sono alcuni malintenzionati che si spacciano per l’Ente in questione e che cercano in questo modo di truffare i malcapitati che hanno l’incauta idea di fidarsi.

La truffa INPS in questione è già da tempo nota alle forze dell’ordine, le quali hanno ricevuto delle segnalazioni in merito da parte di individui che hanno scoperto purtroppo quando era già tardi di essere finiti dritti nella trappola dei cyber criminali.

Quanto di brutto capitato a queste persone torna almeno utile allo scopo di evitare il verificarsi di altre situazioni. Per cui fate attenzione a certi specifici segnali. Potrebbe trattarsi della truffa INPS della quale le autorità preposte stanno cercando i responsabili. In che modo possiamo capire che è in corso una insidia ai nostri danni?

Truffa INPS, come fare per non cascarci

Il logo dell'INPS
Il logo dell’INPS (Pixabay)

Il tutto avviene tramite il procedimento malevolo noto come phishing. Si tratta di una vera e propria trappola che consiste nell’ingannarci sottoponendoci una comunicazione importante. Il messaggio in questione può fare riferimento ad un premio ricevuto, un buono da riscattare, oppure una multa od un pagamento urgente da realizzare e simili.

Tutte cose che, sul momento, potrebbero spaventare ed innervosire qualcuno al punto da non fargli pensare che in realtà non sussiste alcuna di queste cose. Per cui un utente più incauto finisce con il cliccare su un link riportato in quel messaggio di posta elettronica. La truffa, qualsiasi essa sia, finisce sempre proprio con un invito ad aprire un nuovo collegamento web. Cosa che però non va mai fatta.

In questi link poi i malviventi ci spingono ad inserire i nostri dati sensibili, inventando le scuse più assurde ed improbabili. Ed una volta che viene fatto ciò, i soldi che teniamo sul nostro conto a quel punto sono esposti ad una grave minaccia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.