Nausea persistente: le cause principali

Avvertire un senso di nausea può essere una sensazione particolarmente invalidante. Spesso questa sensazione si avverte quando la digestione è stata eccessivamente pesante, o quando qualche problema a livello gastrico porta poi al vomito. Non è però sempre così, può capitare di sentire la nausea anche per lunghi periodi di tempo, senza arrivare a vomitare. Le cause di questo disturbo sono varie, spesso correlate ai comportamenti di chi ne soffre.

rimedi per nausea

Patologie che causano la nausea

Tra le cause della nausea molte sono correlate a vere e proprie patologie, croniche o meno a seconda dei casi. In molte occasioni alla nausea è correlato qualche disturbo a livello gastrico, come ad esempio il reflusso gastroesofageo, la gastrite, la gastroenterite batterica o da virus. Ci sono altre patologie che possono portare ad avvertire un forte senso di nausea, come la labirintite o i disturbi a carico delle vertebre cervicali, così come problemi alla tiroide o al fegato. Chi soffre molto di emicrania spesso avverte la nausea insieme o anche dopo il mal di testa acuto. Visto che la nausea può essere correlata a tutti questi disturbi, se la si avverte in modo frequente o per un prolungato periodo di tempo è consigliabile rivolgersi al proprio medico.

Quando la nausea non deriva da patologie

La nausea, soprattutto se mattutina, può essere correlata a una gravidanza in atto. Allo stesso modo può capitare di avvertire la nausea per problemi psicosomatici, dopo un litigio o in un periodo di ansia e stress. Si può arrivare alla nausea anche a causa di un pasto molto abbondante o che si sta faticando a digerire. Dopo un elevato consumo di alcolici si può avvertire questo sintomo, così come può capitare qualche episodio di nausea in seguito all’assunzione di specifici farmaci. Vi sono poi situazioni che possono provocare la nausea, come ad esempio episodi di pressione bassa o nel caso in cui si sia particolarmente stanchi. Chiaramente in tali situazioni la nausea è spesso l’unico sintomo che si presenta, cosa che ci potrebbe far pensare che il disturbo non sia correlato a specifiche patologie. Nel qual caso, infatti, si possono presentare vari altri sintomi, che per altro aiutano il medico a effettuare una diagnosi corretta.

Ridurre la nausea

Se dopo un pasto molto pesante o un elevato consumo di alcool la nausea è seguita dal vomito il sintomo tende a ridursi in modo drastico, spesso scompare completamente. Questo perché sostanzialmente il vomito libera l’apparato digerente e permette il ritorno alla normalità. Alcune persone quando avvertono la nausea si provocano volontariamente il vomito, cosa che però non è particolarmente consigliabile, a meno che non sia il medico a suggerirla nel caso di ingestione di particolari sostanze. Il modo migliore per evitare la nausea consiste nel valutare insieme con uno specialista le problematiche che la causano, trovando poi una cura adatta. Chi soffre frequentemente di nausea causata da disturbi gastroenterici dovrebbe prediligere alimenti leggeri e facilmente digeribili e bere moderatamente durante i pasti. Quando la nausea è correlata alle difficoltà digestive si può sfruttare anche l’aiuto di tisane e infusi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.