Barattolo della calma: insegna al tuo bambino a pacare la rabbia

Barattolo della calma: insegna al tuo bambino a pacare la rabbia con questo semplice oggetto che puoi ricreare in casa

Rabbia come gestirla
Rabbia nei bambini (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI->

Ognuno gestisce le sue emozioni come ha imparato a fare. Ogni persona è diversa dall’altra quindi potrebbe darsi che ciascuno faccia fatica a trattare con una determinata emozioni o ne esprima un’altra diversamente.  Chi è felice potrebbe lanciarsi in esternazioni espansive o potrebbe esser felice e rimanere pacato. Alcuni per trattare con la tristezza, potrebbero piangere o urlare, altri cercare un modo per distarsi. Insomma, ognuno nel corso del tempo impara a conoscere sé stesso e capisce cosa deve esprimere e cosa no, e cosa esprimere in che modo.

Non esistono leggi universali che siano universalmente valide. Quando si tratta di bambini dobbiamo mostrar loro che le emozioni possono essere gestite, e non sono loro che devono domarci ma noi. Ma come insegnare ai nostri piccoli a fare i conti con le cose che, inevitabilmente, proveranno?

Barattolo della calma: cos’è e a cosa serve

Bambini arrabbiati
Bambini (Pixabay)

Il barattolo della calma può essere un mondo per insegnare al tuo bambino a gestire un’emozione che può essere complessa e distruttiva perfino per noi adulti, ossia la rabbia. Dopo un evento emotivo che lo ha messo in difficoltà, una crisi di pianto e urla, il barattolo della calma può fare al caso nostro.

E’ uno strumento montessoriano: la montessori infatti era convinta che i bambini si sviluppassero naturalmente in autonomia, se messi nelle condizioni di poter svolgere piccoli atti pratici della vita quotidiana in maniera indipendente. ( ovviamente sempre sotto la visione di un adulto che li sorvegli senza intervenire, se non in caso di necessità)

Il barattolo della rabbia è adatto per bambini che vanno dai tre ai cinque anni. E’ un barattolo pieno d’acqua su cui galleggiano glitterini colorati. Una volta agitato, questi rimarranno in sospensione per un po’. Poi si depositeranno lentamente sul fondo. Questo aiuterà i bambini a spostare l’attenzione da un’altra parte e a calmarsi.

In alternativa possiamo provare la scatola della rabbia. Una scatola in cui il bambino andrà a riporre qualcosa che gli ricordi il motivo per cui si è arrabbiato: un disegno, un oggetto…

In questo modo gli insegniamo a riflettere sulle proprie emozioni e a superarle (Tramite il gesto del riporle da parte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.