Risparmiare sulla corrente usando la luce del sole: le strategie infallibili

Risparmiare con la luce del sole, ci hai mai pensato? Ti spieghiamo come farlo al meglio in questo periodo non facile. Tutti i consigli

Stanza luminosa risparmiare corrente
Stanza luminosa (Foto di Muntzir Mehdi da Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Risparmio è la parola più ricorrente di questi ultimi mesi. Si cerca in ogni modo di ammortizzare i costi delle bollette rimodellando le abitudini, ascoltando i consigli degli esperti e cercando piccoli trucchetti fai da te. Di certo la corrente rappresenta il motore delle nostre case.

È grazie ad essa che semplicemente le illuminiamo di sera e di notte o sfruttiamo le potenzialità degli elettrodomestici che ci facilitano la vita. Senza la corrente oggi sarebbe impossibile vivere la vita alla quale siamo stati abituati. È possibile però ottimizzare i consumi sfruttando la luce del sole. Come? Ci sono alcune accortezze a cui fare attenzione.

Risparmiare usando la luce del sole: ecco a cosa fare attenzione

Studio casalingo luce solare
Studio casalingo (Foto di Arek Socha da Pixabay)

Sfruttare la luce del sole per risparmiare corrente non è certo la scoperta dell’anno. E’ una strada, però, alla quale in molti non pensano, abituati ad usufruire dei comfort dati dall’elettricità. In questo una grande mano la dà la posizione della casa. Se l’esposizione al sole è ottimale allora sì che si può risparmiare per davvero.

Se la casa ha doppia esposizione o si è in procinto di sistemarla, o di acquistare un appartamento, c’è da ricordare che le stanze come soggiorno e cucina dovrebbero essere disposte nella zona della casa riscaldata dai raggi del sole dal mattino fino al primo pomeriggio. Mentre le camere da letto, invece, dovrebbero essere esposte al sole nel pomeriggio fino al tramonto.

Se però la disposizione è diversa, si può sempre sfruttare gli spazi al meglio. Come? Organizzandone alcuni: ad esempio è bene posizionare la scrivania dove si lavora o si studia, in una delle stanze più illuminate durante il giorno così da non accendere lampade ed altro, risparmiare e godere della luce artificiale. Nei mesi più freddi, inoltre, la stanza sarà anche più calda. Stessa scelta, inoltre, si può fare per svolgere qualsiasi altra attività in casa.

Ecco perché è bene accendere le luci solo quando è strettamente necessario e spegnerle appena queste non servono più. Per ottimizzare i consumi, inoltre, si possono installare le lampadine a risparmio energetico e quelle con i sensori automatici che si accendono e si spengono con un timer o al passaggio delle persone.

Infine l’illuminazione esterna. Se la casa è dotata di terrazzo o giardino, attenzione agli sprechi. Se le luci non sono necessarie è bene tenerle spente ed a fine mese la bolletta sarà sicuramente minore. Inoltre consigliate sono quelle solari che si ricaricano con la luce del sole e non influiscono sul costo finale della corrente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.