Come cucinare le castagne, il segreto svelato da chef Bruno Barbieri

I consigli fantastici di chef Bruno Barbieri su come cucinare le castagne anche se non hai la brace o la padella forata. Saranno ancora più buone così

Bruno Barbieri con delle castagne
Bruno Barbieri con delle castagne (Foto screenshot YouTube)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Come cucinare le castagne? Ce lo spiega chef Bruno Barbieri, che da anni è anche un amatissimo volto televisivo. Il noto asso dei fornelli originario dell’Emilia, che può vantare la bellezza di ben 7 stelle Michelin ottenute nel corso della sua carriera, è certamente la persona più indicata in ciò.

Apprendiamo proprio da lui alcuni accorgimenti sul come cucinare le castagne che renderanno il processo più semplice e questi frutti simbolo dell’autunno più buoni da mangiare. Chef Bruno Barbieri ci mostra tutte le procedure da seguire attraverso i suoi canali social.

Sono sempre consigliate una padella con il fondo forato, appositamente concepita riguardo al come cucinare le castagne, oppure una brace. Però possiamo comunque ottenere un ottimo risultato anche senza. Dovremo procedere con il forno per la loro cottura, in tal caso.

Come cucinare le castagne, dalla padella passiamo al forno così

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Barbieri Chef (@brunobarbieri_chef)

Ci occorreranno i seguenti strumenti, accessori ed ingredienti:

  • coltellino;
  • placca da forno;
  • carta stagnola;
  • sale fino;
  • aromi (foglie di alloro, bucce di arancia, chiodi di garofano, stecche di cannella);
  • panno pulito;

E la prima cosa da fare con le castagne sarà incidere ognuna di esse sulla parte più bombata, con il coltellino, praticando un taglietto in orizzontale e non profondo. In questo modo, durante la cottura, la castagna si aprirà in maniera spontanea, rendendoci molto più facile sbucciarla.

Foderiamo la teglia da forno con la carta stagnola. Sarà sufficiente un solo foglio. Quindi cospargiamo del sale fino ricoprendo tutto il fondo. Ricopriamo poi con un altro foglio di carta stagnola, facendo in modo da rendere impossibile che le castagne si brucino.

L’ultimo tocco prima di procedere con la cottura sarà sistemare dei rametti e delle foglioline di piantine aromatiche un po’ dovunque nella teglia. Anche se ai fini del sapore non ci sarà alcun vantaggio e la cosa sarà in grado soltanto di sprigionare un buon profumo.

La cottura dovrà avvenire per mezzora ad una temperatura compresa tra i 200°C ed 220°C. Possiamo anche spegnere il forno circa 5-10 minuti prima, per potere risparmiare anche sul consumo di corrente elettrica. Una volta estratte, avvolgiamo le castagne nel panno e lasciamole così per cinque minuti, permettendo al vapore di staccare ulteriormente la buccia dal frutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.