I gatti non verranno più a rovinare le tue piante grazie a questo trucco da maestro

La vicinanza tra gatti e piante può rivelarsi una cosa assai problematica, con tutti i danni del caso. Ma possiamo risolvere il tutto in questo modo.

Un gatto mentre mangia le foglie di una pianta
Un gatto mentre mangia le foglie di una pianta (Foto Canva)

Gatti e piante non vanno molto d’accordo. Colpa della propensione dei primi a distruggerle, seguendo quello che è il loro istinto. Purtroppo non c’è niente da fare a volte. I nostri mici e micetti devono giocare e devono sfogarsi, in qualche modo, e spesso e volentieri sono solito farlo con le piantine che abbelliscono case e giardini e di cui ci prendiamo tanto cura.

È però possibile fare qualcosa per impedire che l’eterna lotta tra gatti e piante non veda quest’ultime perennemente soccombere. Basta solo scegliere le piantine giuste da sistemare tra un fiore e l’altro, per fare si che i felini sia nostri che eventualmente randagi che hanno preso l’abitudine di farci delle visite non gradite riducano la frequenza di questi contatti ravvicinati.

Infatti gatti e piante non vanno d’accordo in certi casi. E cioè quando scegliamo alcuni vegetali che ai felini proprio non vanno giù. E questo per via del loro olfatto troppo forte o del tutto sgradevole. Per noi possono risultare gradevoli, ma non per i mici.

Gatti e piante, quali sono le migliori per tenerli alla larga

Lo sguardo di un gatto parzialmente coperto da una pianta
Lo sguardo di un gatto parzialmente coperto da una pianta (Foto Canva)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI  DI OGGI:

Abbiamo in particolare:

  • verbena odorosa;
  • Coleus Canina;
  • Ruta graveolens;
  • erbe aromatiche quali salvia, finocchietto selvatico, melissa, timo, erba cipollina, rosmarino, santoreggia, lavanda…;
  • dittamo;

Segui i nostri video e le nostre storie su Instagram

Questo è un sistema che non nuocerà in alcun modo sia ai nostri animaletti che a quelli estranei. E finalmente staremo tutti quanti bene, noi di umore perché non dovremo rimediare ai danni ricevuti e le piantine che avremo sistemato con tanta cura perché non verranno più strappate e sventrate dai gatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.