Acqua e calcoli renali, c’è davvero una correlazione? La risposta è disarmante

L’acqua del rubinetto farebbe venire i calcoli renali, ma è vero? Scopriamo cosa rispondono gli esperti davanti a questa affermazione.

acqua del rubinetto
Acqua rubinetto (Canva)

Si ipotizza che l’acqua del rubinetto, in particolare il minerale calcio in essa contenuto, abbia un impatto sulla formazione dei calcoli renali. Ma sarà vero? L’acqua potabile è solitamente ricca di minerali disciolti, soprattutto calcio e magnesio e potrebbero portare alla formazione di calcoli renali.

I calcoli renali si formano quando i prodotti di scarto in eccesso si cristallizzano sulle pareti del rene. Ciò avviene, di solito, perché la concentrazione di questi prodotti è elevata rispetto alla componente liquida dell’urina. Una volta cristallizzati, questi prodotti di scarto vengono espulsi lungo le vie urinarie, dove causano blocchi molto dolorosi. Molto comunemente avviene a causa dell’ossalato di calcio ed è per questo che esiste un potenziale legame con l’acqua.

Calcoli renali e acqua di rubinetto: la correlazione esiste?

calcoli renali causa
Calcoli renali (Canva)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Il fatto che l’acqua potabile, ovvero quella del rubinetto, porti alla formazione dei calcoli renali, è un falso mito. Come accennato, i calcoli renali si formano principalmente a causa dell’ossalato di calcio e nella maggior parte dei casi dipende dalla predisposizione di ogni individuo o familiare. Chi è predisposto, infatti, deve bere molta acqua durante il giorno per non portare alla formazione dei calcoli. Ma l’acqua del rubinetto non è assolutamente da temere.

Segui i nostri video e le nostre storie su Instagram

Il modo migliore per prevenire i calcoli renali è assicurarsi di bere molta acqua ogni giorno per evitare di disidratarsi, circa 2,5 litri di liquidi al dì. Tra i liquidi sono inclusi anche bevande come il tè, il caffè e i succhi di frutta, mentre assolutamente da evitare sono le bevande gassate e gli alimenti ricchi di sale. Anche un dieta equilibrata e varia, povera di sodio soprattutto, aiuta a mantenere l’organismo sano. Per capire se si stanno assumendo i dovuti liquidi, basta guardare il colore dell’urina. Più è scura e più è concentrata. Per esempio, al mattino, l’urina è solitamente di colore giallo scuro perché contiene un accumulo di prodotti di scarto prodotti dal corpo durante la notte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.