Il troppo stroppia: attenzione perché se esageri in questo sono guai

Si dice che “il troppo stroppia”, ed è vero: l’allenamento deve essere equilibrato, vediamo i problemi che possono insorgere se si esagera con la corsa.

rischi allenamento eccessivo
Jogging al parco (Canva)

Non bisogna mai sottovalutare i segnali che il nostro corpo ci invia a seguito di un duro allenamento. Se l’attività fisica fa bene ed è necessaria per restare in forma, dall’altra parte non bisogna mai esagerare con lo sforzo, poiché il fisico si stressa troppo e non riesce a recuperare le energie.

Una sana corsa fa bene alla salute, ma quando si esagera con l’allenamento non è un bene e si rischiano dei problemi. Esagerare nell’allenamento potrebbe comportare diversi disturbi che potrebbero rendere il fisico debilitato. Ci sono dei segnali precisi che devono essere presi in considerazione e che ci avvertono quando stiamo esagerando. L’ospedale Humanitas, sul proprio sito web, fornisce informazioni preziose per non correre rischi.

I sintomi che indicano che è stato superato il limite del nostro fisico

attività fisica eccessiva
Dolore al ginocchio durante la corsa (Canva)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Una delle spie più importanti e che indicano che stiamo esagerando, facendoci del male, è il dolore focalizzato in vari punti del corpo. I doloretti alle ginocchia, o alla schiena, o anche ai fianchi, sono tutte spie che sottolineano una carenza di produzione di acido ialuronico e di riduzione di cartilagine.

I fastidi alle articolazioni, infatti, sono molto frequenti. Questo perché la vita sedentaria ha ridotto la cartilagine, perciò il consiglio è quello di riprendere ad allenarsi piano piano e con costanza. Meglio iniziare camminando. Per i primi tempi, vanno benissimo i canonici 10 mila passi, cioè circa 5 o 6 km al giorno, anche spalmati lungo l’arco della giornata.

Meglio non correre sull’asfalto, non fa bene alle gambe, alle ginocchia e alle caviglie. Meglio sempre combinare varie attività, in modo tale da allenare i muscoli di tutto il corpo. Quindi, un giorno una corsa, un altro giorno la piscina, un altro la bicicletta o una partita a calcetto.

Situazione di rischio se si esagera con l’allenamento

problemi troppo allenamento
Corridore dolore al fianco (Canva)

Ma quali sono i segnali che indicano una situazione di rischio? Il primo è quando si ha un dolore protratto nel tempo. Se ci fa male un muscolo per un paio di giorni, potrebbe essere anche normale, se il dolore si protrae, però, potrebbe indicare un problema. Bisogna sempre prendersi dei giorni di riposo, il muscolo necessita di riposo per rigenerarsi

In tutto ciò, rientra anche l’importanza del sonno. Dormire bene e per il tempo giusto e necessario al fisico per guarire e per riprendersi dallo stress. Dormire poco aumenta il rischio di farsi male: secondo un recente studio, accadono più infortuni quando si dorme poco. Inoltre, non bisogna subito attaccare con un allenamento faticoso.

Il corpo va abituato e preparato all’allenamento. Passare dalla scrivania alla corsa non è una buona idea, prima di mettersi in moto, meglio fare degli esercizi di stretching o un blando riscaldamento. Bisogna attenersi a un determinato programma per raggiungere certi obiettivi, ma se si rallenta, o se un giorno si salta l’attività, non bisogna impazzire per recuperare, altrimenti si rischia di infortunarsi e di sovraccaricare il corpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.