Ti capita di avere i capelli “elettrici”? Ho qui la soluzione definitiva al problema

Quello dei capelli elettrici è un fenomeno che comincia a verificarsi proprio in questo periodo, quando vento e altri fattori atmosferici si fondono insieme creando un mix davvero fastidioso, ma fortunatamente c’è una soluzione.

capelli elettrici
Ragazza con i capelli elettrici (Canva)

Spero che tu non ti sia ritrovata ad avere i capelli elettrici a causa di una scossa, ma qualora fosse successo è stata messa in moto l’energia elettrostatica. Si tratta di un fenomeno determinato da un passaggio di cariche elettriche dello stesso segno che, respingendosi, danno vita a quell’effetto spiacevole che noi tutte conosciamo.

Lo spiacevole inconveniente dei capelli elettrici può accadere molto di frequente perché le cause sono davvero tante. Se quindi vuoi sapere come risolverlo una volta per tutte, allora prova questa soluzione!

La soluzione contro i capelli elettrici che hai sempre voluto

shampoo delicato
Donna che usa uno shampoo delicato (Canva)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI ?:

Come ti ho detto, la scossa è l’evento più estremo che dà origine ai capelli elettrici, ma ve ne sono altri meno drastici quali ad esempio i capelli secchi e sfibrati, piuttosto che l’attrito con particolari indumenti come maglioni o sciarpe, specialmente quando acrilici. Ma anche il modo con cui si spazzolano i capelli può fare la differenza, così come la spazzola utilizzata. Ci sono poi i fenomeni atmosferici come l’aria secca e fredda o il vento che diventano i principali nemici in questi casi. Quindi che fare ora che stiamo andando sempre più incontro alle rigide temperature?

Così come sono tante le cause, fortunatamente esistono tante soluzioni, che vanno a risolvere il fenomeno originato. La prima cosa che puoi fare è utilizzare il balsamo con regolarità (leggi qui come applicarlo al meglio), perché oltre a nutrire e idratare i tuoi capelli li mette in salvo anche dal pericolo dell’elettrostaticità. Questo grazie alla presenza di cariche positive che vanno ad annullare quelle negative presenti sulla tua chioma. Oltre al balsamo, anche lo shampoo fa la differenza, soprattutto se delicato. L’importante, dunque, è che sia adatto per i lavaggi frequenti, in modo tale da detergere al meglio e in profondità i capelli. Se idratati e nutriti alla perfezione vedrai che il rischio di avere i capelli elettrici si ridurrà sempre più.

Altro acquisto consapevole è la spazzola, che è meglio che sia in legno oppure con le setole composte da fibre naturali. Quelle in plastica faranno solo danni perché tale materiale porta ad aumentare la carica elettrica del capello. Dopo averli asciugati e pettinati puoi anche spruzzare un accenno di lacca per prevenire l’elettrostaticità. Prima di pettinarli, però, evita di lavare i capelli con l’acqua calda e non utilizzare il phon a una temperatura troppo alta. Meglio con un getto di ioni e a una distanza di circa 20-30 cm dai capelli. Limita per la stessa ragione l’uso della piastra, fino a un massimo di 2 o 3 volte la settimana, e prediligi quella in ceramica.

Esistono poi anche dei rimedi “esterni” che possono essere utili per arginare il problema, quali ad esempio il fatto di mantenere l’ambiente umido oppure di spruzzare un po’ di acqua sui capelli, giusto per dargli una smorzata. Altrimenti ricorri a una crema idratante da applicare su tutta la lunghezza del capello o meglio ancora un olio nutriente. Ora che sai quali sono tutti i modi per risolvere il problema, non avrai più paura se i capelli cominceranno improvvisamente a svolazzare da una parte all’altra!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.