Piove e i vetri sono costantemente sporchi? La soluzione che ti regalerà tanta brillantezza

Pioggia e vetri sporchi: che incubo! Ecco i rimedi per pulire le vostre finestre in maniera impeccabile e senza residui!

Arcobaleno (Canva – Inran.it)

Ha appena piovuto e si alza il sopracciglio quando si vedono le finestre così sporche! Perché succede? È la pioggia, l’acqua che cade dal cielo, a sporcare le finestre? Sia sì che no.

Dovete sapere che l’acqua del rubinetto è più sporca delle gocce di pioggia che cadono sul vetro delle finestre. La colpa non è della pioggia, ma dello sporco che non è stato precedentemente rimosso dalle finestre. Le fonti di sporcizia all’esterno sono tantissime: polline degli alberi, gas di scarico delle auto, tagliatori d’erba e altre ancora.

Vetri sporchi per la pioggia? Puliteli così!

Goccioline di pioggia (Canva – Inran.it)

Non c’è da stupirsi lo sporco, detriti e polvere si depositi sui vetri delle finestre. E prima o poi inizia a piovere. La pioggia non rimuove lo sporco dal vetro, anzi. Crea dei residui di sporco e spinge tutto il fango in diversi disegni sul vetro. Quando il vetro si asciuga, si vede chiaramente quanto è sporca la finestra. Il fango non è più sparso su tutto il vetro, ma è spalmato a macchie sull’intera lastra di vetro.

LEGGI ANCHE: Come eliminare la polvere in casa tua: il rimedio infallibile da provare

Tuttavia, la pioggia non può sporcare le finestre se sono state pulite a fondo. Questo è il segreto. Le finestre pulite rimarranno pulite anche quando il sole tornerà a splendere, semplicemente perché non c’è nulla sui vetri che possa sporcarli sporadicamente.

NON PERDERTI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM E TIK TOK E CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

Se vi prendete cura delle vostre finestre, le gocce di pioggia contribuiscono addirittura a mantenerle pulite più a lungo! L’acqua piovana è quasi pura e non lascia macchie su un vetro pulito. Succede solo con i vetri che non sono stati puliti per un mese o più.

LEGGI ANCHE: Faccende domestiche: la tecnica delle 5 S che arriva dal Giappone

Quindi, la regola è abbastanza semplice: se pulite regolarmente le finestre, queste rimarranno immacolate, trasparenti e brillanti anche dopo la pioggia.

Non date la colpa alla pioggia, ma curate le vostre finestre in modo professionale. Non rimarrete delusi dall’aspetto delle vostre finestre quando le gocce di pioggia si asciugheranno sui vetri. Ecco cosa potete fare per evitare il problema:

  • Non dimenticate di far lavare le finestre. Anche se lo fate da soli, utilizzate strumenti adeguati e non trascurate nessuna parte della finestra. Mescolate acqua tiepida con un cucchiaino di detersivo per piatti o usate parti uguali di acqua tiepida e aceto in un secchio di medie dimensioni. Lavare le finestre con una spugna grande, ma senza bagnarla troppo. È meglio strofinare con movimenti circolari. Mentre lavate il vetro, muovetevi dall’alto verso il basso.
  • Prendete un tergivetro e immergetelo in acqua con aceto o detersivo per piatti. Il tergivetro non deve essere troppo bagnato.
  • Pulire la finestra passando il tergivetro orizzontalmente sulla parte superiore del vetro e poi verticalmente sul resto del vetro; l’ultima passata va fatta orizzontalmente sul fondo.
  • Non pulire più finestre alla volta. Se la soluzione detergente si asciuga sui vetri, non sarà possibile completare correttamente l’operazione. Se notate che la soluzione si è sporcata, sostituitela con una nuova.
  • Create una barriera invisibile tra il vetro e il fango con un sigillante per vetri. In questo modo si manterrà la pulizia delle finestre per un periodo di tempo più lungo. I sigillanti spray sono in grado di proteggere le finestre fino a 12 mesi. In ogni caso, leggete attentamente le raccomandazioni del produttore sulla confezione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.