Ticket sanitario ❎: come fare l’esenzione per il 2023 | I passaggi da seguire per il rinnovo

Che cosa bisogna fare per avere l’esenzione del ticket sanitario 2023. I passaggi richiesti per ottenere tutto subito ed in maniera facile.

Uno strumento medico ed una moneta da 2 euro
Uno strumento medico ed una moneta da 2 euro (Foto Canva – Inran.it)

L’esenzione del ticket sanitario richiede alcuni passaggi anche se la sua durata può essere senza limiti, in alcuni casi. Questa cosa avviene ad esempio quando si è alle presi con delle malattie croniche. Oppure quando la situazione del reddito del nucleo familiare coinvolto finisce con l’avere un peso consistente.

Sono le Regioni a disporre quelle che sono le regole da seguire per avere l’esenzione del ticket sanitario. In alcune è possibile procedere anche il altri modi, come ad esempio procedendo con una apposita richiesta da presentare online. In generale però è sempre bene chiedere direttamente alla propria ASL di riferimento.

L’esenzione del ticket sanitario per reddito solitamente avviene in modo del tutto automatico. Sta alla Agenzia delle Entrate compilare l’elenco di tutti coloro che ne hanno diritto, comunicando poi la cosa ai medici di base. E sussiste poi un’altra metodologia, che riguarda la esenzione per patologia.

Esenzione del ticket sanitario, chi ne ha diritto

Una dottoressa che sorride
Una dottoressa che sorride (Foto Canva – Inran.it)

Qualora ci siano delle malattie gravi e rare od una condizione riconosciuta di invalidità, con una situazione di cronicità, l’esenzione non prevede alcuna scadenza. In tutti gli altri casi invece la durata è annuale e poi occorre procedere con una richiesta di rinnovo ogni dodici mesi.

LEGGI ANCHE: Epatite B, quali sono i sintomi e come riconoscerli per agire tempestivamente

Alcune Regioni consentono di potere procedere con il rinnovo online. La procedura di rinnovo non online invece richiede l’informare il proprio medico curante, con il periodo consigliato che va nei primi dieci giorni di ogni mese di aprile. Se la risposta sarà negativa, si può inoltrare una richiesta alla propria ASL.

LEGGI ANCHE: Come curare una carie e quanto costa farlo fare al dentista | Tutto quello che devi sapere

In tal caso occorrerà esibire:

  • una autocertificazione in cui si dichiara di non superare il limite di ISEE imposto (il modulo apposito è presente proprio alla ASL o sul sito web ufficiale della stessa, n.d.r.);
  • una copia della propria carta di identità o di quella del familiare o dei familiari a carico interessati;
  • stessa cosa per quanto riguarda il codice fiscale;

LEGGI ANCHE: Bere acqua prima di andare a letto è davvero una buona idea? Una scoperta che ti lascerà senza fiato

Infine si ha diritto alla esenzione del ticket anche per il fattore età. Se ad esempio il soggetto interessato ha meno di 6 anni oppure più di 65 anni ed un reddito di famiglia che non superi i 36.151,98 euro lordi annui.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Oppure una età non inferiore a 60 anni, ma in questo caso serve avere un reddito di famiglia inferiore a 8.263,31 euro annui. Limite che sale a 11.362,05 euro se si ha un coniuge e che aumenta poi di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.