Mangiare melagrana in gravidanza è molto importante: benefici davvero impressionanti

Mangiare la melagrana in gravidanza sì o no? Ecco i benefici e le controindicazioni associate a questo frutto.

Dolce attesa frutti rossi
Chicchi di melograno (Canva – Inran.it)

Quando si è in dolce attesa occorre prestare estrema attenzione all’alimentazione; se da un lato, infatti, si profila il rischio di diabete gestazionale, dall’altro c’è il pericolo di infezioni alimentari che potrebbero mettere a repentaglio il benessere della futura mamma e del bebè. La melagrana in gravidanza è un alimento sicuro? Quali sono i suoi benefici e i possibili effetti collaterali? Scopriamo tutto quello che c’è da sapere a riguardo.

Melagrana in gravidanza: tutti i benefici

Gravidanza frutta
Donna in dolce attesa (Canva – Inran.it)

Si può mangiare la melograna in gravidanza? La risposta è assolutamente sì. Non solo, infatti, si tratta di un cibo concesso quando si è in dolce attesa, ma il suo consumo è anche caldamente consigliato durante la gestazione.

Gli effetti benefici di questo frutto, non a caso, sono molteplici. In primo luogo, per via del suo elevato contenuto di vitamina C e di ferro, la melagrana previene la carenza di ferro.

Il deficit di questa sostanza potrebbe rivelarsi particolarmente pericoloso durante la gestazione, poiché aumenta il rischio di parto pretermine.

POTREBBE PIACERTI ANCHE: Gravidanza: quali sono i formaggi da mangiare e quelli da non mangiare

Inoltre, questo frutto è ideale per mitigare la nausea, i crampi e gli altri disturbi gastrointestinali che possono presentarsi in gravidanza. Tutto merito del potassio, che contrasta gli spasmi muscolari e aiuta i muscoli a lavorare.

Inoltre, essendo ricca di fibre, la melagrana stimola il transito intestinale, contrastando la stipsi, e favorisce il senso di sazietà.

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO: Si possono mangiare i dolci in gravidanza? I consigli degli esperti non lasciano spazio a dubbi

Infine, mangiare questo frutto contrasta la formazione dei radicali liberi, responsabili degli stati infiammatori e dell’invecchiamento precoce delle cellule.

La melagrana procede le cellule della futura mamma e del bebè, prevenendo e combattendo qualsiasi danno grazie alla sua azione antiossidante.

Melagrana in dolce attesa: effetti collaterali e controindicazioni

Ci sono degli effetti collaterali associati al consumo di melagrana in gravidanza? In primo luogo, è sempre bene chiedere il parere del proprio medico, che sulla base di una attenta valutazione riguardante informazioni specifiche relative al proprio stato di salute, saprà fornirci le indicazioni più precise e puntuali.

NON PERDERTI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM E TIK TOK

Mangiare questo frutto, naturalmente, è da evitare per chi soffre di ipersensibilità alla melagrana o a uno dei suoi componenti. Il rischio, infatti, è che si manifestino reazioni allergiche come prurito, gonfiore delle mucose, vomito e diarrea.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

Inoltre, è sconsigliato il consumo di melagrana a chi soffre di reflusso gastroesofageo o acidità gastrica. Infine, anche chi assume farmaci anticoagulanti farebbe bene ad evitare di mangiarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.