Cos’è una gastroscopia, quando è opportuno farla e quanto costa | Tutte le informazioni utili

Ti senti giù di tono e hai notato da un periodo a questa parte di avere problemi intestinali? Lo sapevi che esiste una visita che può darti tutte le risposte che cerchi? La visita in questione si chiama gastroscopia: ecco tutte le informazioni che fanno al caso tuo!

visita gastroscopica
Gastroscopia: cos’è e quanto costa (Canva) -Inran.it

Grazie alla gastroscopia è possibile scoprire eventuali problematiche fisiche, infatti fra i vari controlli clinici, sicuramente la gastroscopia è fra gli esami più completi. Questo perchè tale esame permette di individuare qualsiasi patologia o disturbo riguardante l’apparato digerente e il controllo dei vari organi come l’intestino, la cistifellea o il fegato.

Ovviamente non occorre per forza eseguire una gastroscopia solo se si è affetti da qualche fastidio, ma si consiglia almeno una volta nella vita, perchè come dice il detto “prevenire è meglio che curare”. Inoltre grazie a questa guida non solo scoprirai come si esegue una gastroscopia e di che si tratta, ma è importante valutarne anche il costo e le varie informazioni che è giusto che tu sappia!

Gastroscopia: cos’è, quanto costa e tutto quello che dovresti sapere

patologie e disturbi gastrici
Consulto medico sulla gastroscopia (Canva) -Inran.it

Almeno una volta nella vita si consiglia di eseguire una visita gastroscopica, anche solo per un controllo, così da escludere qualsiasi patologia o fastidio fisico. È importante prendersi cura della propria salute e affidarsi a medici specializzati nel settore, in modo da evitare brutte sorprese.

LEGGI ANCHE: Colonscopia virtuale, un’alternativa meno invasiva all’esame tradizionale

La gastroscopia è un tipo di esame medico di tipo endoscopico che è eseguito allo stomaco e serve a confermare o escludere eventuale malattia. Tale esame può rivelare ulcere duodenali, eventuali tumori al fegato o all’intestino, ma anche la presenza di virus o parassiti. Inoltre la gastroscopia si può eseguire anche a causa di una serie di sintomi come difficoltà a deglutire, sangue occulto nelle feci o a causa di un malassorbimento dei vari nutrienti.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Questo tipo di esame non è ne doloroso ne particolarmente invasivo, infatti di solito prima di eseguire la gastroscopia è possibile richiedere una sedazione.  Di solito tale sedazione può suddividersi in quella cosciente dove si somministra un sedativo endovenoso, ma rimani comunque sveglio. Altrimenti puoi richiedere la sedazione profonda che ti permette di dormire completamente senza avvertire alcun fastidio, senso di soffocamento o conati di vomito.

LEGGI ANCHE: Visita ginecologica: le cose che non si devono mai nascondere

La gastroscopia è eseguita mediante un gastroscopio, cioè un tubo dal diametro di 1 centimetro con una telecamera incorporata che viene inserito dal naso o dalla bocca. Il medico in questo modo potrà sia visionare che ispezionare con cura le pareti dello stomaco ed effettuare eventualmente una biopsia. Per biopsia si intende un tipo di esame che consiste nel prelievo di un campione di muco che va poi ispezionato al microscopio in laboratorio.  Di solito l’esame può durare dai 5 ai 10 minuti, il costo si aggira intorno ai 200-300 euro e il referto può essere ritirato dopo 10 giorni.

Nicolas De Santis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.