Capelli bianchi, arriva la svolta: basterebbe assumere alcuni integratori per eliminarli

A meno che non siate disposti a tingervi i capelli, non è possibile riportare al loro colore precedente i capelli già grigi.

Capelli
Capelli bianchi (Canva – Inran.it)

Tuttavia, è possibile preservare il resto del colore e ritardare l’inevitabile ancora per un po’ apportando alcune modifiche allo stile di vita. Il successo complessivo dipenderà in ultima analisi dalla vostra genetica. La maggior parte delle persone inizia a sviluppare capelli grigi o argentati prima dei 50 anni. Ciò che di solito inizia con poche ciocche vaganti può aumentare gradualmente nel tempo fino a coprire ampie aree dei capelli.

Capelli bianchi: gli integratori necessari

Capelli grigi (Canva – Inran.it)

Mangiare i giusti nutrienti e adottare altre misure proattive può aiutare a preservare la pigmentazione esistente, ritardando l’ingrigimento generale. Le persone che iniziano a sperimentare un ingrigimento “prematuro”, ovvero prima dei 30 anni, potrebbero essere particolarmente interessate a provare queste azioni preventive.

LEGGI ANCHE: Idee divertenti ed economiche per festeggiare l’8 marzo per una Festa delle Donne memorabile

Siete curiosi? Continuate a leggere per scoprire cosa aggiungere alla vostra dieta, se gli integratori possono essere utili e altro ancora. Sebbene sia principalmente di origine genetica, l’ingrigimento precoce ha anche una componente dietetica. Alcune vitamine e minerali aiutano a garantire che i follicoli piliferi producano i pigmenti (melanina) di cui i capelli hanno bisogno per mantenere il loro colore naturale. Valutate se la vostra dieta contiene una quantità sufficiente di questi nutrienti.

Il calcio

Il calcio non è importante solo per le ossa. Promuove anche la salute dei nervi, del cuore e dei muscoli. I latticini, come il latte e lo yogurt, sono fonti importanti di questo minerale. Il calcio si trova anche nelle verdure a foglia scura, nei cereali arricchiti e nel pesce. Cercate di assumere almeno tre porzioni di fonte attLEGGI ANCHE: Prepara gli Gnocchi Mimosa per la Festa delle Donne e farai un figurone con i tuoi cari: che bontà!endibile al giorno.

Rame

La carenza di rame può interferire con la produzione di energia in tutto il corpo, colpendo le cellule del sangue e i tessuti connettivi. Questo minerale aiuta inoltre l’organismo a metabolizzare il ferro e a creare nuove cellule del sangue. Il rame svolge anche un ruolo nella produzione di melanina. L’assunzione di una quantità sufficiente di rame nella dieta può garantire che questi processi rimangano intatti.

SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAMTELEGRAM E TIK TOK

Si trova nelle arachidi, nelle mandorle e nelle lenticchie, oltre che nel fegato di manzo, nella carne di granchio e nei funghi bianchi.

Il ferro

Non è raro avere bassi livelli di ferro se si soffre di ingrigimento precoce dei capelli. Il ferro è un minerale essenziale che aiuta a creare l’emoglobina nelle cellule del sangue. L’emoglobina, a sua volta, è responsabile del trasporto di ossigeno in tutto il corpo. È possibile assicurarsi di assumere una quantità sufficiente di ferro nella propria dieta mangiando carne, lenticchie e verdure a foglia scura.

Se siete vegetariani o vegani, assicuratevi di mangiare contemporaneamente alimenti ricchi di vitamina C, che aiutano l’organismo ad assorbire una maggiore quantità di ferro.

Proteine (cheratina)

Avrete sentito parlare dei trattamenti alla cheratina per lisciare e lisciare i capelli, ma la cheratina interna può anche influire sulla salute generale dei capelli.

La cheratina è un tipo di proteina presente nelle cellule superficiali. Quando le proteine della cheratina si rompono nei follicoli piliferi, possono verificarsi, tra l’altro, perdita di capelli e alterazioni della pigmentazione. La cheratina non si può mangiare, di per sé, ma assicurarsi di assumere una quantità sufficiente di proteine nella dieta può consentire al corpo di estrarre gli aminoacidi e trasformarli in cheratina.

Impostazioni privacy