Vasca da bagno ingiallita: il trucco per pulirla alla perfezione, fai così e tornerà come nuova

Come togliere il giallo della vasca da bagno ingiallita e come pulirla quando appare rovinata e macchiata, risolvi tutto in poco tempo ed in modo economico.

Vasca da bagno interno
Vasca da bagno interno (Canva – inran.it)

Avere una vasca da bagno ingiallita rappresenta la inevitabile conseguenza di una pulizia non accurata e non prolungata nel tempo. Serve avere cura delle cose di casa, con manutenzione e cura di tutto ciò che si trova nel nostro nido. Per abitare in maniera più comoda e serena è necessario impegnarsi allo scopo di favorire la salubrità ed il confort generale.

E l’avere una vasca da bagno ingiallita non rientra ovviamente nelle conseguenze che ci porta a stare meglio. Per impedire che tutto questo abbia luogo serve armarsi di buona volontà ma non ci vorrà chissà quale spesa, sia di tempo profuso nel fare tutto ciò che di denaro.

Sul come fare per pulire la nostra vasca da bagno ingiallita sarà sufficiente munirsi di qualche prodotto che non è assolutamente costituito da quelli classici che possiamo trovare al supermercato. Come in tante altre situazioni esistono infatti degli ingredienti che siamo soliti impiegare in cucina ma che possiedono delle proprietà tali da renderli adatti al nostro scopo.

Come fare per sbiancare la vasca da bagno ingiallita

Vasca da bagno riempita
Vasca da bagno riempita (Canva – inran.it)

A furia di uscire ed entrare dalla nostra vasca da bagno e di riversare al suo interno acqua ed anche saponi e shampoo, si può creare un insieme di segni tale da opacizzare la ceramica che la costituisce. E se non si provvede con una pulizia adeguata, allora ecco che resta questa bruttissima impronta del tutto antiestetica.

La possiamo eliminare però, e senza i soliti detersivi. Quel che ci servirà sarà dal costo molto basso, davvero contenuto. Per un esborso che è inversamente proporzionale invece alle capacità disinfettanti, anticalcare ed antibatteriche delle quali queste componenti sono dotate.

Si tratta di bicarbonato di sodio e di aceto bianco, al quale potere affiancare anche il succo di limone. Non è richiesto altro da fare se non mescolare questi ingredienti in determinate quantità in un secchio di acqua calda e procedere con la pulizia. Ed il gioco è fatto.

Aceto, bicarbonato e limone: usali così

Aceto bicarbonato limone
Aceto con bicarbonato e limone (Canva – inran.it)

L’aceto bianco va mescolato all’acqua e passato con una spugna od un panno adatti, o con uno spruzzino, nella vasca. Lasciamo agire per una quindicina di minuti, strofiniamo e risciacquiamo, sempre con acqua calda.

SE NON VUOI PERDERTI I NOSTRI AGGIORNAMENTI  ED ESSERE SEMPRE IL PRIMO A CONOSCERE LE ULTIME NOTIZIE, PUOI SEGUIRCI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL: TELEGRAMINSTAGRAM e TIKTOK

La stessa cosa va fatta anche con il bicarbonato di sodio, che essendo più denso e granuloso porterà alla formazione di un composto dotato di un minimo di densità. E pure qui bisogna fare agire come abbiamo fatto con l’aceto.

Infine con il limone si può usare una metà di agrume come se fosse una spugnetta. Ed ovviamente anche qui risciacquare con acqua calda. Qualsiasi traccia di calcare e di giallore verrà eliminata senza alcuno sforzo. Ed ovviamente questi ingredienti possono anche essere mescolati tra loro, per una azione pulente accresciuta.

Impostazioni privacy