Come allenare le braccia con pochi e semplici esercizi per stare benissimo

Alcuni consigli su come allenare le braccia e tenerle ben toniche, evitando la pelle cadente e conferendo loro maggiore forza.

Come allenare le braccia, non solo in estate ma anche in inverno e negli altri periodi dell’anno. La cosa è assai utile per mantenerci tonici ed anche reattivi. Persino questo minimo di movimento potrà contribuire a tenerci allenati ed a farci sentire il cosiddetto fiato corto. Il quale migliora man mano che avremo costanza nel praticare dell’attività fisica. È chiaro che tutto questo non basta per fare del movimento, ma rappresenta comunque qualcosa di buono per tenere svegli i muscoli. Ed eviterà anche la antiestetica pelle cadente.

Come allenare le braccia con esercizi semplici
Un uomo che allarga le braccia nel corso di un esercizio (Foto Canva – Inran.it)

Un buon consiglio può essere quello di prendere due bottigliette di acqua per poterle adattare come pesi per come allenare le braccia. Così possiamo fare dei sollevamenti tenendo i gomiti lungo i fianchi e procedendo con una serie di dieci o quindici alzate con entrambi i bracci. Possiamo procedere sia alternativamente che all’unisono, restando il più dritti possibili con le spalle e con le gambe.

Come allenare le braccia, che esercizi fare

Come allenare le braccia con esercizi semplici
Allargamento e distensione delle braccia con dei pesi (Foto Canva – Inran.it)

Altri esercizi di aerobica sono l’ideale per sentirsi tonici, specialmente di prima mattina quando ci siamo appena alzati. In particolare alzare le braccia alternativamente a mo’ di saluto, ci risveglia e comincia a tenerci belli attivi in maniera facile. Bastano venti movimenti di questo tipo. E subito dopo procediamo con apertura e chiusura delle braccia: distendiamole al massimo in orizzontale, fino a sentire una leggera tensione dietro alle spalle, poi richiudiamole e ricominciamo, per venti volte. In entrambi questi esercizi dobbiamo stare ben dritti a gambe unite e spalle non ingobbite. Così migliorerà anche la postura.

Per chi si sente abbastanza pronto ci sono anche le flessioni. Da praticare piano, con il ritmo che può aumentare man mano che procederemo nel corso delle settimane. All’inizio magari possiamo stare con le ginocchia poggiate a terra. Poi potremo evitare di farle toccare al pavimento quando ci sentiremo pronti. Per il resto vanno tenuti schiena dritta e spalle in linea con i fianchi. E le mani devono stare con i palmi dritti a terra.

La cosa da fare sia prima che dopo un allenamento

Come allenare le braccia con esercizi semplici
Una ragazza che fa dello stretching per risvegliare i muscoli delle braccia (Foto Canva – Inran.it)

Per finire ci sono diverse discipline che possiamo provare per allenare non solo le braccia ma anche il fisico in generale. Tra queste spiccano il nuoto, la camminata ed il jogging. Ma sia prima che dopo avere svolto i nostri esercizi è importante non tralasciare lo stretching. Il riscaldamento infatti, da praticare per almeno cinque minuti, ci preserverà contro la spiacevole eventualità di andare incontro a degli infortuni di tipo muscolare. E lo sport è molto importante per sentirsi bene, non solo con il fisico ma anche con la testa. Con benefici anche impensabili che potranno migliorare di molto la qualità delle nostre vite.

Impostazioni privacy