Displasia dell’anca: cos’è, cosa comporta e quali sono i sintomi

La displasia dell’anca è una condizione che in pochi conoscono: scopri cosa comporta e quali sono i sintomi.

Displasia dell’anca è una patologia che colpisce le articolazioni dell’anca, causando una cavità dell’anca che non copre completamente la parte sferica della parte superiore della coscia. Ciò consente all’articolazione dell’anca di dislocarsi parzialmente o completamente. La maggior parte delle persone affette da displasia dell’anca, nasce con questa condizione.

Displasia dell'anca cos'è
Displasia dell’anca (Canva – Inran.it)

I segni di questa condizione si controllano subito fin dopo la nascita e durante le visite di controllo del bambino. Se la displasia dell’anca viene diagnosticata nella prima infanzia, un tutore morbido può solitamente correggere il problema. Non è una condizione da sottovalutare, in quanto può compromettere tutta vita.

I sintomi della displasia all’anca

I casi più lievi di displasia dell’anca possono iniziare a causare sintomi solo in età adolescenziale o adulta. La displasia dell’anca può danneggiare la cartilagine che riveste l’articolazione quella morbida (labrum) che riveste la parte dell’invasatura dell’articolazione dell’anca. Si tratta della cosiddetta lacerazione labirintica dell’anca.

Sintomi displasia dell'anca
Sintomi displasia dell’anca (Canva – Inran.it)

Nei bambini più grandi e nei giovani adulti può essere necessario un intervento chirurgico per spostare le ossa nella posizione corretta per un movimento fluido dell’articolazione. Le cause possono essere molteplici, ma spesso la componente genetica è quella più frequente, cioè può essere trasmessa o dalla madre o dal padre. Diverse ricerche hanno appurato che esistano anche fattori ambientali e comportamentali che possano contribuire allo sviluppo della displasia, come: ambiente uterino durante la gravidanza o la posizione del neonato durante i primi mesi di vita.

displasia dell'anca quando sfocia
Sintomi displasia dell’anca (Canva – Inran.it)

I segni e i sintomi variano a seconda dell’età in cui si manifesta la displasia. Nei neonati si può notare che una gamba è più lunga dell’altra e una volta che il bambino inizia a camminare, si può sviluppare una zoppia. Inoltre, durante il cambio del pannolino, un’anca può essere meno flessibile dell’altra. Negli adolescenti e nei giovani adulti, la displasia dell’anca può causare complicazioni dolorose come l’osteoartrite o la lesione del Labbro Acetabolare dell’anca. Questo può causare dolore all’inguine legato all’attività fisica e, in alcuni casi, si può avvertire una sensazione di instabilità dell’anca. I sintomi, sostanzialmente, possono sfociare fin dalla nascita oppure in età adulta.

Impostazioni privacy