Hai le costole rotte: cosa bisogna fare in questi casi

Se pensi di avere le costole rotte è il caso che tu agisca in maniera tempestiva: ecco cosa bisogna fare in questi casi e cosa evitare!

Sicuramente avere le costole rotte non è certo una passeggiata, ne una cosa da niente, anzi chi si trova in questo momento in questa situazione, sa benissimo del dolore lancinante e alla fatica immane per poter eseguire una qualsiasi mansione o azione, anche quella di alzarsi dal letto o mettersi seduti. In questa guida scoprirai come riconoscere una costola rotta da una fratturata, ma soprattutto tutto quello che dovresti sapere in questi casi.

costole rotte sintomi
Uomo che avverte un forte dolore alle costole (Canva – Inran.it)

Il primo passo fondamentale è quello di avvisare il proprio medico curante, di evitare auto-diagnosi o di ricercare su internet eventuali farmaci da assumere. Non sei un medico e in questo modo non farai altro che peggiorare la situazione ulteriormente. Ricorda bene che la prevenzione non è mai troppa, non ti resta che continuare a leggere questa interessante guida medica, per saperne di più!

Come capire se hai le costole rotte: ecco cosa fare

La causa più comune in assoluto che può portare a una frattura delle costole è senza dubbio un trauma ben evidente al petto. Esso può manifestarsi in seguito a un incidente stradale, dopo una colluttazione oppure a causa di uno sforzo fisico dovuto alla pratica di uno sport ad alta intensità. Sicuramente i sintomi sono ben evidenti, visto che il dolore fisico può risultare davvero allucinante.

antifiammatori
Medico che analizza insieme al paziente la radiografia (Canva – Inran.it)

Il dolore si avverte principalmente durante l’inspirazione e l’espirazione, ma anche durante i vari movimenti o quando si cerca di ripiegarsi in avanti. Il primo consiglio è quello di coprire la zona lesa e di evitare di fare sforzi e per dipiù alzare pesi. In questi casi è importante non solo mantenere la calma, ma anche non sottovalutare la situazione. Specialmente per gli sportivi, che spesso sorvolano alcuni malanni, perchè pensano siano normale nel loro caso.

costole rotte cosa non fare
Medicinali per curare le costole rotte (Canva – Inran.it)

Dopodiché recati dal tuo medico curante o al pronto soccorso, in modo tale che sarà possibile individuare la cura adatta. Verranno fatti una serie di accertamenti e analisi specifici come la radiografia. Inoltre sarà possibile capire se la costa è rotta in più punti, se è presente una frattura scomposta, multipla e se si rischiano lesioni gravi agli organi circostanti. A differenza di altre fratture del corpo, quelle alle costole non è possibile trattarli con un’ingessatura o un’immobilizzazione della zona stessa.

Il consiglio migliore in questi casi è di restare al riposo il più possibile, il tempo minimo è di 3 settimane fino a data da stabilirsi, in base alla situazione. Non dovranno mancare analgesici e antinfiammatori, ma soprattutto di eseguire appena sarà possibile qualche esercizio mirato a rinforzare la muscolatura interna. Ed è per questo che arriva in tuo soccorso la fisioterapia e nei primi giorni è preferibile indossare una cintura toracica. Forse non lo sai ma le fratture posso avvenire anche per via dello stress: ecco di che si tratta e come riconoscerle!

Nicolas De Santis

Impostazioni privacy