Singhiozzo, come farlo passare in fretta. I trucchetti utili

Singhiozzo, come farlo passare in fretta. Una serie di trucchetti utili da prendere alla lettera. I consigli degli esperti.

Il singhiozzo è davvero un disturbo molto comune e decisamente tanto fastidioso: può durare pochissimi istanti, così come protrarsi per diversi minuti. Non di rado è capitato di soffrirne per diversi giorni consecutivi. Vogliamo fornirti qualche consiglio utile per eliminarlo in poche semplici mosse.

Singhiozzo, come farlo passare in fretta
Donna con singhiozzo (Foto da Canva – Inran.it)

Come si accennava precedentemente, il singhiozzo è davvero molto fastidioso: spiegheremo dunque che cos’è, come si scatena e come si può provare a ridurre la frequenza. Prima di esaminarne le modalità per alleviarlo, comprendiamo qual è la natura di questo fenomeno e quali sono le cause. Da un punto di vista anatomico parliamo di una contrazione involontaria del diaframma. Il tutto è causato dal nervo frenico che è irritato. È proprio quest’ultimo che scaturisce il singhiozzo.

Singhiozzo, trucchetti utili per farlo passare in fretta

Senza dubbio una delle cause più frequenti a generare il singhiozzo è ingerire il cibo in maniera molto veloce. In questo modo lo stomaco tende a dilatarsi molto facilmente favorendo il subentro di aria.

le cause del singhiozzo
Bicchiere di acqua (Foto da Canva – Inran.it)

Allo stesso modo anche ingerire bevande troppo calde o troppo fredde, quindi causare uno sbalzo d’umore, può portare alla formazione delle singhiozzo. Un aspetto molto importante da tenere in considerazione è l’assunzione di bevande alcoliche perché, specialmente a lungo andare, si può ledere la mucosa gastrica ed irritare ulteriormente il diaframma. Analizziamo più da vicino quelle che sono le modalità facili e veloci per farlo passare.

Il metodo più comune, ma non è la sola e unica possibilità, è quello di bere velocemente dei piccoli sorsi d’acqua. Ancora, potete provare a cercare di comprimere con le unghie degli indici in un punto molto noto nell’agopuntura: si trova all’interno dei padiglioni auricolari. Inoltre, anche se può sembrare spiacevole al gusto, un cucchiaio di succo di limone o un cucchiaio di aceto puro sono un vero e proprio toccasana. Esistono anche dei casi più gravi di singhiozzo? Sì, ne parliamo di seguito.

Singhiozzo, come farlo passare in fretta
Succo di limone (Foto da Canva – Inran.it)

Sono stati registrati anche dei casi di singhiozzo bene più gravi e permanenti nel tempo: in nessun caso con nessuno dei metodi sopra elencati si è riusciti a risolvere il problema. In questo caso sarà di fondamentale importanza rivolgersi al proprio medico ed eventualmente recarsi in pronto soccorso dove saranno somministrati dei farmaci specifici.

Impostazioni privacy