Napoli: al Cardarelli l’A.I. che trova i tumori

All’ospedale Cardarelli di Napoli un’innovazione in campo medico: grazie all’Intelligenza artificiale si scoprono i tumori.

intelligenza artificiale medicina
Traguardo nella medicina: L’Intelligenza Artificiale ora trova i tumori – Inran.it

Un’incredibile innovazione per la medicina, proprio qui in Italia e, più precisamente, all’Ospedale Cardarelli di Napoli. In questi ultimi anni, spesso si sente parlare dell’Intelligenza Artificiale, un’importantissima nuova frontiera in molti ambiti, e la medicina non fa eccezione. Una nuova speranza per moltissimi pazienti malati di tumore sta nascendo a Napoli, grazie all’introduzione di una nuova era per la diagnostica.

L’Intelligenza Artificiale che trova i tumori: la novità all’Ospedale Cardarelli

diagnosi tumori
Cartella clinica – Inran.it

Presso il rinomato ospedale del capoluogo campano, un sistema di Intelligenza Artificiale sta dimostrando la sua efficacia nel rilevare tumori di dimensioni estremamente ridotte nel pancreas, offrendo così una possibilità di valutazione un grandissimo aiuto nell’individuazione delle piccole masse tumorali, così da indirizzare subito i dottori verso un eventuale intervento chirurgico.

I piccoli tumori che cerca l’A.I. sono dei carcinomi con dimensioni inferiori a 2 centimetri, una sfida diagnostica che persino le Tac di ultima generazione non riescono sempre a superare con precisione. Il team di radiologi presso l’Ospedale Cardarelli, in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Elettrica e delle Tecnologie dell’Informazione dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, ha adottato l’Intelligenza Artificiale per interpretare le immagini TAC pancreatiche, mirando a individuare tumori che potrebbero sfuggire alla diagnosi tradizionale a causa delle loro piccole dimensioni.

Il progetto è sperimentale, è attualmente in corso ed è stato presentato al Convegno FIASO (Federazione Italiana Aziende Sanitarie ed Ospedaliere) a Roma. Il carcinoma duttale del pancreas, tumore che l’A.I. del Cardarelli individua nei pazienti, rappresenta una sfida importante. Infatti, ci sono circa 14.000 nuove diagnosi in Italia ogni anno ed una prognosi spesso limitata, con solo il 3% dei pazienti che sopravvive alla malattia a 10 anni dal momento della scoperta della malattia.

Per migliorare la diagnosi precoce, il team di Radiologi ha sviluppato un algoritmo basato sull’Intelligenza Artificiale, sottoponendo numerosi esami TAC del pancreas all’analisi dell’I.A. I risultati preliminari sembrano essere estremamente promettenti, indicando un potenziale significativo per migliorare la precisione diagnostica e fornire informazioni cruciali per la pianificazione chirurgica.

Secondo gli esperti, l’Intelligenza Artificiale sta assumendo un’importanza sempre maggiore per la medicina e sta diventando un aiuto significativo che va indirizzato verso un nuovo futuro diagnostico. L’innovazione per dare diagnosi più sicure e avanzate ai pazienti è di fondamentale importanza e deve essere un obiettivo per tutti. Grazie all’innovazione pionieristica dei medici dell’Ospedale Cardarelli, si apre una finestra sulle nuove prospettive per il futuro della medicina.

Aurora De Santis

Impostazioni privacy