Avevo una voglia matta di carciofi: li ho fatti al forno seguendo una vecchia ricetta, non ti dico che sapore!

I carciofi al forno sono speciali: croccanti, saporiti e perfetti per abbinamenti diversi. Si preparano in modo facilissimo

Carciofi forno croccanti come prepararli
Carciofi a forno (Inran.it)

I carciofi si prestano a diverse preparazioni. Certamente quelli alla romana sono tra i più famosi in assoluto ma non è detto che si possano portare in tavola anche ricette più veloci e leggere. Oggi, infatti, vi proponiamo i carciofi al forno, seguendo una ricetta alla portata di tutti, che assicura croccantezza e molto gusto.

Un contorno che piace a tutti e che può arricchire la tavola per un pasto qualsiasi ma comporre anche uno sfizioso antipasto. Quello che serve è scegliere i carciofi giusti, devi sapere che ne esistono molte tipologie, ma in questo caso quello che conta è che siamo molto freschi, con gambo dritto e punta ancora chiusa così da avere un ortaggio al top. Vediamo come prepararli.

Carciofi gratinati al forno: la ricetta

Carciofi gratinati ricetta
Carcio gratinati in teglia (Inran.it)

I carciofi al forno preparati con la ricetta che vi suggeriamo oggi restituiscono una preparazione gustosa e croccante, perfetti per accompagnare una varietà di pietanze, dalle carne al pesce fino alle uova e ai formaggi. Si tratta dei carciofi gratinati al forno arricchiti da una corposa panatura realizzata con pangrattato, prezzemolo, olio, pecorino e parmigiano grattugiati.

Ingredienti:

  • 6 carciofi freschi
  • 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 50 g di pangrattato
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 20 g di parmigiano grattugiato
  • 20 g pecorino grattugiato
  • Sale e pepe q.b.
  • 1 limone (solo il succo)
  • Acqua q.b.

Come preparare i carciofi gratinati

Per preparare i carciofi gratinati al forno per prima cosa gli ortaggi freschi vanno ben puliti: si elimina la parte finale del gambo, le foglie più esterne e la punta ed infine si pela la parte più esterna del gambo. Si divide in due ogni carciofo, per lungo, e se è necessario si rimuove anche la peluria interna.

Quando tutti i carciofi sono puliti si inseriscono in una ciotola piena di acqua e succo di limone, in questo modo non diventano neri. Si passa poi a sbollentare i carciofi in acqua salata per circa 10 minuti o comunque fino a quando non saranno morbidi ma senza che si sfaldino.

Nel mentre ci si dedica alla panatura: si uniscono pangrattato, prezzemolo fresco tritato, parmigiano e il pecorino grattugiati più sale e pepe a piacere ed infine l’olio extravergine di oliva. Si amalgama il tutto per ottenere un composto umido.

A questo punto si unge una pirofila con un po’ di olio, si sistemano i carciofi scolati dopo la bollitura, si cosparge in superfice la panatura e si aggiunge ancora un filo di olio facendoli cuocere in forno statico preriscaldato a 180 °C per 35 minuti. Se la panatura non è abbastanza dorata si può prolungare la cottura per altri 5 minuti attivando la funzione grill.

Impostazioni privacy