Avevo il metabolismo lentissimo, una lumaca! Ma poi la svolta, ho fatto così e si è ripreso alla grande

Avevo il metabolismo lentissimo, ma con qualche semplice accorgimento si è ripreso alla grande: segui questi consigli e svolterai davvero la tua giornata.

Metabolismo bloccato
Hai il metabolismo lento? Attenzione a questi dettagli – Inran.it

Hai mai sentito parlare di metabolismo bloccato? Una delle principali cause che determinano uno stallo nella perdita di peso. Anche se, come chiarisce anche il magazine Enervit, il metabolismo non potrebbe mai arrivare a bloccarsi completamente. L’unico scenario possibile, in tal senso, è che rallenti – anche in maniera considerevole – la sua funzione.

Di che funzione si tratta? Semplicemente, della capacità con cui il nostro corpo assorbe i macronutrienti che ingeriamo tramite l’alimentazione, e che gli consentono di compiere le sue funzioni vitali. Parlare di metabolismo lento o veloce, in sostanza, vuol dire prendere in esame la rapidità con cui l’organismo processa le sostanze ingerite, al fine di trasformarle in energia.

Fatte queste doverose premesse, proviamo a concentrarci sulle cause che possono arrivare a comportare un rallentamento del metabolismo. Che, sappiamo benissimo, essere fondamentale se il nostro obiettivo è quello di perdere peso.

Il tuo metabolismo è peggio di una lumaca? Ecco alcune regole da seguire per farlo riprendere

come sbloccare il metabolismo
Come sbloccare il tuo metabolismo in tilt – Inran.it

Quante volte ti sei detto di avere il metabolismo “peggio di una lumaca”? Ma soprattutto, quanti stratagemmi o trucchetti avrai messo in atto per cercare di accelerarlo nel minor tempo possibile? Ebbene, sappi che per consentire al corpo di funzionare alla perfezione non occorre fare i salti mortali. Sono esigue e semplici le regole che, se seguite con costanza, permetteranno al tuo metabolismo di riprendersi nel giro di pochissimo.

Parti, innanzitutto, col seguire un’alimentazione bilanciata. Una dieta povera dei macro e micronutrienti essenziali, a lungo andare, porrà il tuo corpo in uno stato di “risparmio energetico”. Ragion per cui, il tuo fisico brucerà le calorie che introdurrai in molto meno tempo, così da assicurarsene una scorta nel momento del bisogno. Peraltro, le diete restrittive non fanno altro che apportare ingenti danni alla salute.

Non trascurare, inoltre, di praticare attività fisica in maniera costante. Obbligare il corpo a muoversi vuol dire anche costringerlo a consumare più calorie in tempi relativamente brevi. Un contributo, quello dato dallo sport, che avrà effetti immediati sul metabolismo e sulla modalità con cui l’organismo gestisce le sue riserve di energia.

Metabolismo lento, attenzione allo stile di vita: stress e insonnia peggiorano soltanto la situazione

Una condizione prolungata di stress, a lungo andare, influisce in maniera a dir poco negativa sull’organismo. Tutto ciò a causa del cortisolo: un ormone che, se prodotto in quantità eccessive, aumenta la concentrazione di grassi nel sangue, nonché la glicemia. Trattandosi, del resto, di un ormone coinvolto nel metabolismo dei tre macronutrienti principali.

Allo stesso modo, non dormire a sufficienza – gli esperti consigliano dalle 7 alle 9 ore a notte – è un ulteriore ostacolo per il funzionamento corretto del metabolismo. La mancanza di riposo, infatti, altera in maniera impressionante l’equilibrio ormonale. Con la diretta conseguenza di rallentare anche il nostro metabolismo.

Impostazioni privacy