Quest’estate mi abbronzo sicura: 10 consigli per non correre rischi prendendo il sole

Abbronzatura: rischi e benefici, scopri come proteggere la tua pelle e avere un’abbronzatura perfetta con questi consigli.

Abbronzatura sicura
Abbronzatura, rischi e accortezze- (Inran.it)

L’abbronzatura, è un meccanismo di difesa della pelle che avviene nel momento in cui è esposta al sole. I melanociti per proteggersi dai raggi del sole danno via al processo di produzione di melanina, il pigmento che conferisce colorito alla nostra carnagione.

La melanina agisce come una sorta di filtro che si diffonde negli strati cutanei superiori impedendo che i raggi ultravioletti provochino danni alla pelle. Nn genere c’è bisogno di qualche giorno per far sì che l’abbronzatura si distribuisca in maniera uniforme. Le radiazioni solari, vengono classificate in base alla loro lunghezza d’onda, i raggi riescono a raggiungere il derma e producono un effetto sui tessuti e sul sistema metabolico.

Abbronzatura, caratteristiche e benefici

Come abbronzarsi in maniera sicura
Abbronzatura, benefici e consigli- (Inran.it)

I raggi UVA, promuovono l’abbronzatura, tuttavia rappresentano una piccola minaccia per la nostra pelle, sono presenti anche quando il cielo è coperto, il loro effetto viene ridotto da indumenti protettivi, filtri solari e occhiali da sole. I raggi UVB, sono leggermente più dannosi e cancerogeni, tuttavia producono un’azione stimolante di melanina e attivano anche la vitamina D. I raggi UVC, sono delle radiazioni pericolose, tuttavia sono schermate da uno strato di azoto nell’atmosfera terrestre, e in genere non raggiungono il suolo.

Esistono diversi benefici correlati all’abbronzatura e all’esposizione solare, infatti le radiazioni ultraviolette, favoriscono la sintesi di vitamina D, il metabolismo del calcio e del fosforo. I benefici riguardano anche le ossa, lo scheletro e il sistema immunitario. I raggi del sole, stimolano il rilascio di neurotrasmettitori cerebrali come serotonina e dopamina, favoriscono dunque il buon umore e regolano i ritmi del sonno. La luce solare influisce positivamente sull’organismo, allevia i dolori reumatici ed è considerata un antidepressivo naturale. Secondo alcuni studi inoltre una moderata esposizione al sole, può migliorare diverse malattie dermatologiche come acne, dermatite e psoriasi.

Abbronzatura, scopri i rischi e i consigli

Con un’esposizione solare eccessiva, purtroppo potrebbero esserci degli effetti collaterali, per questa ragione è consigliato proteggere adeguatamente la pelle. Il rischio è quello di incorrere in una serie di reazioni fotobiologiche, che potrebbero generare a lungo termine tumori della pelle e invecchiamento precoce. Altri effetti negativi comprendono disidratazione, dilatazione dei vasi dovuta al surriscaldamento, formazione di macchie bianche o brune. Per avere un’abbronzatura al top e non correre rischi, è consigliato esfoliare la pelle al momento giusto, dunque prima di esporsi al sole. Vino scelti i cibi che favoriscono il benessere della pelle come agrumi, kiwi, fragole, meloni, carote, pomodori, peperoni e spinaci.

Ad avere un effetto positivo, sarebbero anche i frutti di bosco, i latticini, le noci del Brasile, il cacao e i fiocchi d’avena. Per una pelle sana e un’abbronzatura che duri più a lungo, è consigliato idratarsi a sufficienza assumendo almeno 2 litri d’acqua al giorno. Quando ci si espone al sole è raccomandato applicare la protezione solare, dopo una giornata passata ad abbronzarsi inoltre, è consigliato applicare una lozione dopo sole idratante. È consigliato inoltre usare prodotti delicati e prevalentemente di origine naturale. Andrebbero evitati prodotti che contengono alcol e troppe sostanze chimiche.

Impostazioni privacy