Vespa velutina, come fare per eliminarla ed evitare che faccia il nido

Quali sono gli accorgimenti da prendere nel caso di avvistamenti di vespa velutina, che è una delle specie più pericolose di questi insetti. Da noi è giunta da poco.

Come si uccide la Vespa velutina e perché è pericolosa?
Vespa velutina, come fare per eliminarla ed evitare che faccia il nido (Inran.it)

La vespa velutina, noto anche come calabrone asiatico o calabrone dalle zampe gialle, è uno degli insetti alieni che, nel corso degli ultimi anni, sono riusciti in qualche modo a sbarcare in Italia. E quello delle nostre parti rappresenta un habitat a loro sconosciuto.

Ma la presenza della vespa velutina è del tutto dannosa per le altre specie di insetti autoctone e che invece, a differenza sua, sono radicate qui da secoli. La provenienza della vespa velutina è il Sud-Est Asiatico. Questo insetto è abituato a climi per lo più tropicali.

Ma una convergenza di situazioni ad esso favorevoli ne ha favorito l’approdo e la proliferazione anche altrove. A causa del cambiamento climatico la temperatura media è aumentata. L’inverno è diventato più mite ed anche a fine anno non di rado capita di girare a maniche corte o di assistere alla presenza di insetti “fuori stagione”, come le zanzare.

Tra i tanti effetti nefasti del cambiamento climatico poi c’è pure il favorire la comparsa di specie – come abbiamo definito ad inizio articolo la vespa velutina – aliene. Che provengono cioè da un’altra parte del mondo, contraddistinta da un altro ecosistema. Perché la vespa velutina è pericolosa?

Vespa velutina, cosa fare in caso di avvistamento di un nido

Come si uccide la Vespa velutina e perché è pericolosa?
Il corpo di una vespa velutina (Inran.it)

Debellare la presenza di insetti che siano presenti in massa richiede sempre e comunque l’intervento di personale esperto. Se dovessimo scoprire dell’esistenza di un nido di vespi o di api, o di qualsiasi altro essere ronzante che sia dotato di pungiglione, dovremmo chiamare degli specialisti.

Nel caso delle vespe velutine, i loro nidi vengono raccolti con delle aste della lunghezza di svariati metri e posti in altezza, per evitare il contatto diretto con le persone. E vengono impiegati degli appositi insetticidi, la cui presenza può permanere nell’area.

Ad oggi l’area in cui le vespe velutine sono state avvistate è quella della Toscana. Sono in particolare gli apicoltori ad essere motivati nell’arginarne la presenza. In natura le vespe sono delle predatrici delle api e sono solite invadere i loro alveari e distruggerle, anche in virtù di una possenza fisica maggiore.

Gli esperti purtroppo definiscono la situazione già compromessa. Siamo già in uno stato in cui è impossibile sradicare la presenza della vespa velutina in Italia, cosa che pregiudica l’esistenza di molti alveari di api. E di conseguenza anche la produzione di miele. Sempre gli esperti non escludono la possibilità che una intera colona possa aggredire un uomo. In tal caso sarebbe molto elevato il rischio di morte.

Come si elimina in generale un nido di vespe

Le punture in massa possono risultare letali, anche per chi non subirebbe uno shock anafilattico immediato. Questa cosa però vale per ogni tipo di vespe e di calabroni e non solo per le velutine. Le linee guida generali per eliminare un nido di vespe richiedono invece di indossare anzitutto un abbigliamento protettivo adeguato.

Serve proteggere la testa e le mani, e coprire qualsiasi spazio nel quale le vespe potrebbero entrare in contato con il corpo. Questi insetti sono molto più aggressivi delle api, le quali pungono solo per autodifesa quando si sentono minacciate. Una vespa invece è incline a pungere sempre e comunque, senza motivo. Ed a differenza di un’ape, non muore dopo il primo contatto con il suo pungiglione.

È bene poi munirsi di un insetticida per vespe apposito, da spruzzare sul nido seguendo le informazioni riportate in etichetta su tale prodotto. Si consiglia di agire all’alba o al tramonto, che sono i periodi della giornata nei quali le vespe riposano.

Dopodiché è bene aspettare almeno due giorni prima di controllare la situazione. Normalmente le vespe dovrebbero essere state tutte quante eliminate. A quel punto ci si potrà sbarazzare del loro nido.

Ma come detto, la cosa migliore da fare è lasciare che ad occuparsi di tutto quanto sia una ditta specializzata. Quella della velutina non è la sola specie aliena di vespe presenti da noi già da tempo. E si può anche fare prevenzione contro la presenza di vespe ed altri insetti tenendo sempre puliti casa e giardino. Ed evitando che ci siano accumuli di cibo e di rifiuti. Inoltre è bene sapere cosa fare in caso di puntura di un insetto aggressivo.

Impostazioni privacy