Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Colostro noni, integratore alimentare per proteggere il tratto gastro-intestinale

Che cos’è il Colostro noni, come si usa, dosaggio, controindicazioni e come è composto.

Colostro noni

Il colostro noni è un integratore alimentare che viene utilizzato soprattutto per la protezione del tratto gastrointestinale. Questo integratore viene realizzato a base di colostro bovino liofilizzato e di morinda citrifolia, ovvero noni. Quest’ultima pianta è in grado di garantire dei principi attivi del tutto naturali. E permette al contempo di proteggere adeguatamente la parte gastrointestinale e le sue funzionalità. Colostro Noni è un integratore alimentare presente in commercio sotto forma di bustine orosolubili. La formulazione ha un’azione davvero molto rapida, in maniera tale da rendere subito disponibili i componenti attivi all’organismo. Di conseguenza, si tratta di un prodotto che può essere utilizzato sia dagli adulti che dai bambini.

A cosa serve Colostro noni

Questo integratore alimentare viene usato soprattutto a scopo preventivo e per la cura di malattie influenzali e para-influenzali. Nello specifico, viene impiegato per la cura di tutte quelle forme comportanti disturbi a livello gastro intestinale. Come ad esempio vomito, dolori e crampi all’addome, diarrea), che si manifestano insieme ad un senso generale di stanchezza. Si tratta di sintomi che sono tipicamente correlati all’epidemie influenzali che tanto si sono diffuse nel corso degli ultimi anni. Colostro Noni viene impiegato anche quando vi è una diminuita o modificata funzionalità a livello dell’intestino. In questo caso, di solito la causa corrisponde a delle gastroenteriti, che possono avere natura batterica o virale. I sintomi di tale patologia sono spesso diarrea, mancanza di appetito e dolori a livello dell’addome. Colostro Noni può essere particolarmente utile anche quando si tratta di curare la disbiosi intestinale, dovuta ad un impiego continuativo di antibiotici. Le cause, però, possono numerose. Ad esempio stress a livello fisico e psichico, ma anche un’errata alimentazione, uno stile di vita sbagliato e patologie infettivo. Questo integratore è molto utile dal momento perché riesce a garantire un’azione protettiva e di riequilibro della struttura che caratterizza la mucosa.

Che cos’è il colostro bovino

Si può considerare come il primo latte che viene prodotto da parte della mucca in seguito al parto e si caratterizza per essere decisamente nutriente e ricco. Il colostro viene prodotto al tempo stesso anche dalla donna in seguito alla nascita del bambino. Alcuni lo chiamano con l’appellativo di “prima vaccinazione del bambino”. Il colostro bovino, invece, si caratterizza per avere una quantità quattro volte più alta di fattori immunitari in confronto al colostro umano. Il colostro bovino, inoltre, è formato da un gran numero di componenti attivi. Si tratta, ad esempio, degli anticorpi, come ad esempio immunoglobuline IgA, IgG e IgM. Questi anticorpi garantiscono il sostentamento dei ceppi batterici che già per loro conto vanno a colonizzare l’intestino. Questi ultimi funzionano da protezione nei confronti dell’azione di altri batteri molto pericolosi. Come ad esempio l’Helicobacter pylori, che può provocare delle lesioni sulla mucosa che si trova nello stomaco e nell’intestino.

La morinda citrifolia

Meglio conosciuta con il nome di Noni. Si tratta di una pianta che è stata usata per tanto tempo dai popoli del Sud Pacifico per via di importanti proprietà fitoterapiche. Nello specifico all’interno del succo si trovano le maggiori proprietà benefiche, comportando stimoli positivi per il sistema immunitario del corpo umano. All’interno del succo troviamo anche vari elementi naturali isolati, come la xeronina. Questi ultimi favoriscono un potenziamento e un sostentamento dell’intero organismo. Infatti, permettono di avere un recupero psico-fisico più rapido, ma al contempo trasmettono una sensazione positiva complessiva.

Le principali modalità d’uso

Per le persone adulte, si consiglia di assumere una bustina due volte al giorno. Ad ogni modo, è sempre il medico in prima persona a dover indicare il dosaggio corretto. Il contenuto della bustina deve essere sciolto direttamente in bocca, senza usare l’acqua. Il prodotto si dovrebbe assumere sempre prima dei pasti. Nei bambini, invece, si suggerisce un dosaggio pari ad una bustina al giorno, tranne quando è il medico stesso a consigliare un diverso dosaggio. Il contenuto della bustina deve essere sciolto direttamente in bocca. Non deve essere sciolto nell’acqua, quindi, piuttosto che nello yogurt o nel latte. Anche nel caso dei bambini, è meglio assumere tale prodotto prima dei pasti.

Le principali avvertenze da seguire

È bene evitare di assumere un dosaggio superiore rispetto a quello che è stato consigliato. Al tempo stesso è consigliabile mantenere tali prodotti lontano rispetto alla portata dei bambini. Il prodotto presenta al suo interno polialcoli. Quando vengono consumati in maniera eccessiva possono comportare delle conseguenze lassative. Gli integratori non possono affatto sostituirsi ad una dieta variegata. Le donne in gravidanza o nel corso dell’allattamento devo essere prudenti nell’assunzione, così come i bambini. Prima di assumerlo devono per forza di cose sentire il parere del medico. All’interno di tale prodotto non ci sono dei derivati del latte, così come non presenta al suo interno nemmeno il glutine.