Come aumentare le difese immunitarie, qualche consiglio per ammalarsi meno

74

Come aumentare le difese immunitarie del nostro organismo? Esse sono caratterizzate da una vasta rete di cellule, organi e tessuti, che lavorano insieme per difendere il fisico da eventuali attacchi da parte di agenti esterni. Molto spesso può capitare che il sistema immunitario si indebolisca a causa di vari fattori che hanno colpito il nostro corpo. E molto importante ricordare che le difese naturali ovvero il muco, l’epidermide, i succhi gastrici e molti altri ancora, sono importanti per la nostra difesa e cooperano con il sistema immunitario antigene-specifiche per potenziare la barriera da parte di attacchi invasori. Spesso a causa di alcune patologie, oppure per lo stress, o l’impiego prolungato di medicinali antibiotici o fattori ambientali, le difese possono indebolirsi e di conseguenza il corpo deve essere in grado di ripristinarle.

Come aumentare le difese immunitarie: metodi per rafforzarli

Come aumentare le difese immunitarie: metodi per rafforzarli

Un regime alimentare corretto, è il primo passo per rafforzare le nostre difese immunitarie. Un consumo giornaliero di frutta, verdura e yogurt in associazione con fermenti lattici vivi e probiotici, sono le basi per non indebolire il sistema immunitario. Anche l’attività fisica potenzia il sistema immunitario, e va praticata senza eccessi ed in maniera equilibrata. Se un corretto stile di vita alimentare e fisico non dovesse essere sufficiente per ravvivare il sistema immunitario, si possono utilizzare metodi naturali a disposizione dell’uomo come le piante medicinali che svolgono un’azione immunostimolante, e ad aiutano l’organismo a ripristinare le difese di cui ha bisogno.

I preparati da utilizzare si possono trovare facilmente in commercio, specialmente nelle erboristerie specializzate, studiate appositamente per rafforzare le difese immunitarie. In base alla causa che ha scatenato l’indebolimento immunitario, variano le indicazioni del dosaggio e del tempo di somministrazione. Se il fattore scatenante è il forte stress, le droghe devono essere in grado di andare ad agire verso tale problema: i prodotti antiossidanti sono molto utili in questo caso, perché fanno diminuire i radicali liberi che partecipano allo stress, oppure quelli tonico-stimolante o immunostimolante che danno vigore all’interno sistema immunitario.
Quando a causare l’indebolimento immunitario è l’astenia, l’erborista dovrà consigliare l’impiego di droghe che svolgono attività cardiotonica, immuno-modulante ed eccitante, per dare la giusta carica ed energia all’organismo oltre a rinvigorire le difese.

Come aumentare le difese immunitarie: impiego di prodotti erboristici

Con il passare del tempo, sempre più persone si sono avvicinate alle cure naturali, per questo il mercato offre una vasta gamma di prodotti erboristici ed il paziente può scegliere in base alle sue esigenze personali e con i consigli dell’erborista, quello che fa al caso suo. È possibile acquistare tisane, opercoli, bustine effervescenti, barrette energetiche ed elisir, che aiutano l’organismo a ripristinare il sistema immunitario. Gli opercoli ad esempio, ed anche le barrette, sono prodotti molto pratici, specialmente per coloro che non hanno a disposizione tempo sufficiente per realizzare in casa una tisanaLe bevande oltre a svolgere un’azione di ripristino delle difese immunitarie, sono molto utili anche per tutte le persone che sentono il bisogno di rilassarsi. Per quanto riguarda le bustine effervescenti, questi sono una via di mezzo tra i preparati erboristici più complessi come le tisane appunto, e quelle più semplici come gli opercoli o le compresse. Inizialmente tale prodotto per rafforzare il sistema immunitario può risultare complesso, ma in realtà è un semplice preparato erboristico. Le droghe impiegate sono due: l’astragalo e l’echinacea.

Come aumentare le difese immunitarie: acido citrico, bicarbonato e beta-carotene

L’acido citrico, insieme al bicarbonato ed al beta-carotene, costituiscono parte delle bustine effervescenti. Acido citrico e bicarbonato contribuiscono a migliorare la percezione organolettica del prodotto e non vanno ad incidere in nessuna maniera sul rinforzo delle difese immunitarie. Il Beta-carotene che è il precursore della vitamina A non viene sfruttato interamente in questo caso specifico, per le sue proprietà antiossidanti. Come sappiamo tale sostanza è un pigmento che conferisce la colazione arancione dei vegetali che lo contengono e viene sfruttato nel preparato effervescente per dare al prodotto una colorazione più vivace, inserito non per migliorare il sapore del prodotto, ma per conferirgli una tinta brillante.