Dermatite da pannolino, cos’è, da cosa può essere provocata e come curarla

La dermatite del pannolino è l’infiammazione della pelle dei neonati nella zona del pannolino. È una condizione molto comune nei bambini molto piccoli e, anche se spesso genera grande preoccupazione nei genitori, può essere considerata facilmente curabile.

Cause della dermatite del pannolino

Nella maggior parte dei casi, la dermatite da pannolino è un tipo di dermatite da contatto. Ciò significa che la pelle è infiammata dal contatto con determinate sostanze come – in questa fattispecie – le urine e le feci irritano.

Altre cause comuni di dermatite da pannolino sono:

  • candida. Si tratta di un’infezione da lievito nell’area del pannolino. L’infezione da candida può verificarsi se la dermatite da contatto non viene trattata entro pochi giorni;
  • seborrea. Si tratta di una condizione cutanea comune e a lungo termine. La causa della seborrea non è nota. Di solito colpisce l’area del pannolino e altre parti del corpo.

Altre cause meno comuni di dermatite nella zona del pannolino sono:

  • batteri. Lo stafilococco o i batteri dello streptococco possono causare questa condizione;
  • allergie. Può essere causata da una reazione allergica alla tintura in pannolini usa e getta, o detersivo usato per lavare i pannolini dei panni.

Quali bambini sono a rischio di dermatite da pannolini?

Qualsiasi bambino può sviluppare una dermatite da pannolino. I fattori di rischio che aumentano il pericolo di andare incontro a tale situazione includono:

  • cambi poco frequenti del pannolino;
  • diarrea o frequenti movimenti intestinali;
  • assunzione di farmaci antibiotici da parte del bimbo, o da parte della madre se allatta al seno.

Sintomi della dermatite da pannolino

I sintomi della dermatite da pannolino variano a seconda della causa, e possono manifestarsi in modo leggermente diverso in ogni bambino. Possono comunque includere:

  • dermatite da pannolino da contatto. La pelle irritata dalle urine e dalle feci apparirà rossa e lucida. La pelle dei glutei, delle cosce, della pancia (addome) e della vita può essere particolarmente interessata. Le pieghe della pelle di solito non sono interessate;
  • dermatite da pannolino da candida. La pelle è di un colore rosso intenso con macchie al di fuori dell’area del pannolino. Il bambino potrebbe anche manifestare un’infezione da lievito nella bocca (mughetto). Le pieghe o le pieghe delle cosce e nell’area del pannolino sono solitamente colpite;
  • dermatite seborroica del pannolino. La pelle è rossa con macchie gialle e grasse. Colpisce anche le pieghe della pelle. Di solito interessa altresì il viso, il cuoio capelluto o il collo.

Diagnosi della dermatite da pannolino

Diagnosi della dermatite da pannolino

Il medico domanderà informazioni sui sintomi e sull’anamnesi del bimbo, e procederà con un esame fisico. Potrebbero non essere necessari esami di laboratorio.

Cura della dermatite del pannolino

Il trattamento dipenderà dai sintomi, dall’età e dalla salute generale del bambino. Dipenderà anche dalla causa e dalla gravità della condizione.

In ogni caso, le cure potrebbero includere:

  • periodi di tempo senza pannolini;
  • sostituzioni frequenti dei pannolini;
  • unguento applicato sull’area del pannolino per proteggere la pelle;
  • crema antimicotica o unguento per un’infezione da candida;
  • crema corticosteroide per le dermatiti più gravi;
  • medicina antibiotica per un’infezione batterica.

Prevenzione della dermatite da pannolino

Una corretta cura della pelle è molto importante per prevenire la dermatite da pannolino. Questo include:

  • mantenere la pelle sotto il pannolino pulita e asciutta;
  • cambiare i pannolini spesso;
  • lasciare che la pelle sotto il pannolino si asciughi all’aria a volte;
  • lasciare che il bambino stia senza pannolino quando possibile;
  • pulire delicatamente l’area del pannolino con un panno morbido e acqua calda;
  • limitare l’uso di sapone o altri prodotti aggressivi sulla pelle;
  • non usare panni profumati o panni con alcool.

Revisione scientifica a cura della Dr.ssa Roberta Gammella.
Laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. E’ registrata all’Ordine Medici-Chirurghi e Odontoiatri di Napoli e Provincia