Flurbiprofene: usi, effetti collaterali e precauzioni

Flurbiprofene è un principio attivo usato per ridurre il dolore, il gonfiore e la rigidità articolare da artrite. Si tratta di un medicinale appartenente alla classe dei farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS).

Prima di iniziare a utilizzare il Flurbiprofene è opportuno condividere le modalità di utilizzo con il proprio medico e con il proprio farmacista.

Ad ogni modo, in linea di massima sarà sufficiente assumere questo farmaco per bocca con un bicchiere d’acqua pieno (240 millilitri), salvo diversa indicazione del medico. È inoltre consigliabile non sdraiarsi per almeno 10 minuti dopo l’assunzione di questo farmaco. Al fine di ridurre gli impatti nocivi con il proprio stomaco, si può assumere con cibo, latte o un antiacido.

Il dosaggio si basa sulle condizioni mediche del paziente e sulla risposta alla terapia. Ricordarsi di non aumentare la dose o di accelerare il ritmo di assunzione, più frequentemente di quanto raccomandato: in tal modo infatti si corre il rischio di aumentare le probabilità di sanguinamento dello stomaco. Non assumere più di 100 milligrammi come singola dose.

Si tenga conto che può esser richiesto un periodo fino a 2 settimane prima che i benefici abbiano pieno effetto, quando il farmaco è assunto regolarmente.

Effetti collaterali

Così come per l’uso di qualsiasi medicinale, anche nell’ipotesi di fruizione del Flurbiprofene possono verificarsi alcuni effetti collaterali, per quanto la maggior parte dei pazienti non avverta alcun pregiudizio.

In particolar modo, gli effetti collaterali possono essere riferiti a:

  • mal di stomaco,
  • costipazione,
  • diarrea,
  • gas intestinale,
  • bruciore di stomaco,
  • nausea,
  • vomito,
  • vertigini,
  • sonnolenza,
  • mal di testa.

Se uno qualsiasi di questi effetti persistono o peggiorano, è bene informare immediatamente il medico o il farmacista.

Ricordiamo altresì che questo farmaco può aumentare la pressione sanguigna. È pertanto una buona abitudine controllare regolarmente la pressione sanguigna e informare il medico se i risultati sono alti.

Pressione arteriosa, cosa rappresenta e come misurarla

A proposito di condivisione con il proprio medico, informare subito il dottore se uno qualsiasi di questi effetti collaterali (improbabili ma gravi) si verificano:

  • cambiamenti della vista,
  • cambiamenti di udito (ad esempio, ronzio nelle orecchie),
  • cambiamenti mentali / dell’umore,
  • battito cardiaco veloce,
  • persistente e grave mal di testa,
  • svenimento,
  • deglutizione difficile / dolorosa,
  • sintomi di insufficienza cardiaca (come il gonfiore delle caviglie/piedi, stanchezza insolita, improvviso aumento di peso).

Informate altresì subito il proprio medico se uno qualsiasi di questi effetti collaterali rari ma molto gravi si verificano:

  • segni di problemi renali (come il cambiamento nella quantità di urina),
  • ecchimosi o sanguinamento,
  • segni di infezione (ad esempio, febbre, mal di gola persistente),
  • inspiegabile rigidità del collo,
  • difficoltà di parola.

Questo farmaco può raramente causare gravi (e a volte fatali) malattie epatiche. Smettete di prendere Flurbiprofene e consultate subito il vostro medico o farmacista se notate occhi o pelle ingiallita, urine scure, forti dolori addominali, nausea persistente/vomito.

Una reazione allergica è piuttosto rara.

Precauzioni sull’usoPrecauzioni sull’uso di Flurbiprofene

Prima di prendere Flurbiprofene, informate il medico o il farmacista se si è allergici ad esso, all’aspirina o altri FANS (ad esempio, ibuprofene, naprossene, celecoxib), o se avete altre allergie. Questo prodotto può contenere ingredienti inattivi, che possono causare reazioni allergiche o altri problemi: parlate con il vostro farmacista per maggiori dettagli.

Ancora, ricordiamo che questo farmaco non dovrebbe essere usato se soffre di asma sensibile all’aspirina o se si ha subito recentemente un intervento di bypass cardiaco (CABG).

Parlate con il vostro medico anche sull’opportunità di usare il medicinale in caso di malattie epatiche, diabete, problemi di stomaco / intestino / esofago, malattie cardiache, disturbi del sangue, problemi di sanguinamento o coagulazione, asma, polipi nasali.

Interazioni

Le interazioni farmacologiche possono modificare il funzionamento dei farmaci o aumentare il rischio di gravi effetti collaterali.

Alcuni prodotti potrebbero interagire con Flurbiprofene: aliskiren, ACE inibitori (come captopril, lisinopril), bloccanti dei recettori dell’angiotensina II (come losartan, valsartan), cidofovir, corticosteroidi (ad esempio, prednisone), litio, metotrexate, diuretici come furosemide.

Ancora, si noti che questo farmaco può aumentare il rischio di sanguinamento se assunto con altri farmaci come i farmaci anti-piastrinici come clopidogrel, i fluidificanti del sangue come dabigatran/enoxaparin/warfarin.

Bibliografia

Revisione scientifica a cura della Dr.ssa Roberta Gammella. Laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. E’ registrata all’Ordine Medici-Chirurghi e Odontoiatri di Napoli e Provincia