Paroxetina: è vero che fa ingrassare?

Paroxetina

La paroxetina è un farmaco antidepressivo che appartiene agli SSRI (la categoria degli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina). Commercializzato anche in Italia fin dagli anni ’90, viene utilizzato per stimolare la ricaptazione della serotonina, carente nei soggetti che sono affetti da sintomi depressive. Rispetto ad altre molecole diffuse in commercio, la paroxetina è generalmente considerata come un farmaco dall’effetto più potente e, per questo motivo, utilizzato nel trattamento della depressione, degli attacchi di panico (associati o meno ad agorafobia), del disturbo ossessivo – compulsivo, dei disturbi d’ansia e della fobia sociale.

Quali sono i farmaci a base di paroxetina

Oggi in Italia è possibile trovare numerosi farmaci a base di paroxetina. I più conosciuti sono sicuramente il Sereupin e il Paxil, disponibili in gocce e in compresse.

Come tutti gli altri SSRI, di cui la paroxetina è parte integrante, l’effetto è graduale e bisogna attendere almeno 2-3 settimane prima di poter valutare se e quanto sia effettivamente efficace tale farmaco.

Quanta paroxetina si deve prendere

Quali sono i farmaci a base di paroxetina

Come intuibile, la dose di paroxetina da assumere verrà valutata attentamente dal proprio medico curante sulla base dei sintomi e delle condizioni del paziente. In linea di massima, per i disturbi da attacco di panico la dose iniziale è di 10 mg, per poi arrivare a quella consigliata di 40 mg. Per le altre condizioni (depressione, ecc.), la dose è di 20 mg.

La dose può naturalmente essere variata e incrementata sulla base delle proprie condizioni di riferimento, sempre ed esclusivamente dietro consiglio del proprio medico curante.

Si ricorda, in tal proposito, che la sospensione del trattamento con la paroxetina deve essere graduale al fine di ridurre il rischio di sintomi di astinenza. Tranne casi specifici ed effetti collaterali particolarmente significativi, nella maggior parte dei pazienti i sintomi di astinenza si risolvono in 2-3 settimane (non sono comunque esclusi i casi in cui gli effetti siano più protratti nel tempo).

La paroxetina fa ingrassare (o no?)

In sè, non vi sono specifici collegamenti tra l’aumento di peso e l’assunzione di paroxetina. Dunque, i principi di tale farmaco non sono ricollegabili all’incremento del proprio peso corporeo. Non è tuttavia escluso che la paroxetina possa indurre cambiamenti di stile di vita che possano portare a un ingrassamento.

Per saperne di più, vi consigliamo naturalmente di parlare con il vostro medico e comprendere quali siano le reali motivazioni del vostro incremento di peso.

Revisione scientifica a cura della Dr.ssa Roberta Gammella. Laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. E’ registrata all’Ordine Medici-Chirurghi e Odontoiatri di Napoli e Provincia