Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Rimedi per non russare: ecco i migliori suggerimenti!

Russare di notte è una delle cose più fastidiose per una coppia, oltre ovviamente ad essere un disturbo molto fastidioso per la persona che ne soffre. Tutti quei rumori che vengono accomunati dal termine “russare”, in realtà non sono altro che delle difficoltà di respirazione durante la notte. L’aria, quindi, segue un tracciato non usuale all’interno delle cavità nasali per arrivare fino ai polmoni. Ecco che una visita dal medico è fondamentale, in maniera tale da poter capire quali siano le cause legate al russare. In ogni caso, i rimedi per non russare naturali possono rappresentare un’ottima ed efficace alternativa.

I rimedi per non russare meccanici

Spesso vengono consigliati dei cerottini che, una volta applicati sulle zone ai lati del naso, sono in grado di garantire un allargamento delle membrane interne. Questi cerottini si caratterizzano per non avere particolari effetti collaterali, visto che si devono applicare all’esterno. Un simile risultato si può raggiungere anche mediante una semplice doccia bollente, da fare proprio prima di coricarsi. Il calore e il vapore riescono a svolgere un’azione di vasodilatazione e anche le cavità nasali potranno notevolmente beneficiarne. Un risultato positivo si può ottenere anche modificando la posizione in cui si dorme. Nella maggior parte cominciare ad addormentarsi sdraiati sul fianco può portare a notevoli benefici, visto che non ci sono particolari pressioni né sul petto né sulla schiena e, in questo modo, anche l’attività respiratoria ne beneficia.

I rimedi olfattivi più diffusi

Tra gli rimedi per non russare troviamo quello di trasmettere adeguati stimoli alle cavità nasali per quanto riguarda la vasodilatazione. Tale risultato si può ottenere grazie ad alcune piante che hanno proprietà terapeutiche ben specifiche. Si tratta, ad esempio, degli estratti di pino e di menta, nonché dell’eucalipto. In ambito erboristico, piuttosto frequentemente si possono acquistare degli unguenti costituiti proprio da tali piante che si devono applicare sul labbro superiore.

Altri rimedi igienici

Ovviamente, è fondamentale tenere in considerazione come il russare potrebbe essere strettamente collegato all’igiene dell’ambiente in cui si riposa, così come a qualche disturbo che potrebbe aver colpito l’apparato respiratorio. Le irritazioni interne portano ad un notevole aumento delle dimensioni dei turbinati nasali e incrementare anche la produzione di muco. In questo poco, riposare diventerà a poco a poco davvero molto complicato. Alcol e fumo non fanno sicuramente bene all’organismo e non aiutano a far passare questo disturbo.

Le soluzioni casalinghe per non russare

Ci sono quattro rimedi definiti “della nonna” che si possono organizzare in casa, in maniera del tutto semplice e anche molto economica. Il rimedio della chiave prevede di posizionare una chiave di ferro sotto il cuscino di chi è solito russare e sembra che con il passare del tempo possa portare qualche beneficio. Il metodo della cipolla prevede di fare un taglio a metà, salarla e poi metterla sul comodino vicino al letto di chi russa. È uno dei rimedi per non russare più diffusi, ma anche più difficili poi da applicare, visto che la cipolla ha un odore molto forte. Il the all’ortica, preparato tramite infuso, si può bere prima di andare a dormire e può aiutare ad alleviare il russamento durante la notte. Il miele è un alimento che ha notevoli proprietà antinfiammatorie e spesso viene suggerito come rimedio per liberare l’apparato respiratorio.

Altre alternative

I rimedi per non russare preparati in casa non hanno sortito alcun effetto? Allora, ci sono dei prodotti che si possono acquistare anche online e che potrebbero portare dei benefici. Ci sono delle particolari clip nasali che svolgono la medesima azione dei cerottini, andando a liberare le vie aeree e garantendo di conseguenza una respirazione migliore. Ci sono anche dei particolari cuscini realizzati proprio per contrastare il russamento, visto che condizionano il soggetto a dormire distesi sul fianco. Al tempo stesso, un’altra soluzione molto interessante è rappresentata dai bracciali. Questi ultimi funzionano inviando degli impulsi elettrici influenzando il corpo a cambiare posizione fino ad arrivare in quella ideale che consenta di evitare il russamento. Ovviamente, bisogna sperimentare e provare, dal momento che una soluzione anti-russamento può portare dei benefici ad una persona e ad un’altra no. Tra l’altro, sono stati anche realizzati dei particolari tipi di bite, che hanno proprio come obiettivo principale quello di contrastare il russamento. Addirittura, hanno come scopo quello di ripristinare un respiro corretto, ma prevendono nella maggior parte dei casi la garanzia soddisfatti/rimborsati.