Tracheite: sintomi, cause e diagnosi

265

La tracheite è un’infiammazione della trachea. E’ causata da un’infezione batterica oppure, da pollini e polveri nei soggetti allergici. Colpisce prevalentemente i bambini piccoli, forse perché il condotto è più corto ed hanno difese immunitarie ancora poco sviluppate.

La tracheite non è un semplice mal di gola. Può infatti diventare una situazione critica se non è presa in tempo. Se dopo un’infezione delle vie respiratorie si presentano la tosse, la febbre e la difficoltà a respirare, è importante andare subito dal medico. L’intervento tempestivo permette di guarire senza complicazioni, altrimenti nelle condizioni più gravi può portare anche all’ostruzione delle vie respiratorie (e in rari casi alla morte) e alla sindrome da shock tossico quando il responsabile è lo stafilococco.

Sintomi della tracheite

La tracheite è l’infiammazione della trachea e perciò viene percepita come una serie di sintomi locali quali mal di gola e sensazione che vi sia un corpo estraneo, tosse profonda, stridore durante la respirazione e più generalmente difficoltà a respirare.

Tra gli altri sintomi, anche se non sempre presenti, troviamo il mal di testa, il dolore al petto, il capogiro, il mal d’orecchi e la febbre.

Cause e fattori di rischio

La tracheite di solito si sviluppa a causa di un’infezione batterica, solitamente per colpa dello stafilococco. Altre volte invece la causa è un virus oppure una reazione allergica. Difficile che vi siano altri fattori scatenanti ma, alcune volte può capitare che la tracheite si manifesti per via di oggetti che durante la deglutizione si fermano a livello tracheale, infiammando. Oppure a causa del fumo di sigaretta o l’inquinamento che irrita.

Tra i fattori di rischio di una tracheite invece, troviamo:

  • Età: vengono colpiti maggiormente i bambini piccoli
  • Immunodepressi: soggetti con immunodepressione, come quelli che hanno l’AIDS oppure soggetti appena trapiantati e in cura.
  • Inquinamento: chi vive o lavora in ambienti inquinati, può soffrire di tracheite

Diagnosi e terapia

Diagnosi e terapia

Il medico effettua una diagnosi in base ai sintomi e la visita visiva ma, alcune volte potrebbe richiedere alcuni approfondimenti come l’ossimetria, la radiografia della trachea e gli esami colturali. Di solito viene curata grazie a degli antibatterici e alcuni farmaci sintomatici per dare sollievo. Quando la tracheite ha origine batterica, vengono somministrati gli antistaminici.

I casi più gravi necessitano invece del ricovero ospedaliero, specialmente quando riguarda i bambini. Per aiutare il paziente a respirare viene inserito un tubicino nelle vie respiratorie e vengono somministrati antibiotici.

Cos’è la trachea?

La trachea è quel condotto fatto di anelli di cartilagine che ci permette di scambiare aria tra i nostri polmoni e il mondo esterno. Parte proprio dalla base della laringe, dove ci sono le corde vocali. Nella sua parte finale è divisa in due rami, i bronchi, i quali poi si collegano direttamente ai polmoni.

Tracheite: combatterla con i rimedi naturali

In presenza di tracheite è possibile intervenire con alcuni rimedi naturali, anche se ovviamente non sono una vera cura, ma in numerose situazioni donano un po’ di sollievo e riescono ad attenuare i sintomi che sono davvero molto fastidiosi. I trattamenti previsti sono riconducibili ai casi di influenza e mal di gola. Nonostante sono rimedi fitoterapici, ci sono diverse controindicazioni e per questo motivo una regola generale è sempre quello di parlarne con il medico in caso di dubbi, interrompendo l’assunzione in caso di peggioramento dei sintomi. Non possono sostituire i farmaci e dovete assicurarvi che non interagiscano con essi.

  1. Il primo rimedio naturale ottimo per la tracheite e più in generale per le varie forme di mal di gola, è la malva. Le proprietà lenitive ed emollienti di questa pianta sono utili per attenuare il problema. In grandi quantità può causare diarrea, quindi il suo impiego deve essere ponderato. Potete usarla per realizzarle delle ottime tisane.
  1. L’argilla verde ventilata è usata per diversi problemi a carico dello stomaco. Infatti se la comparsa della tracheite è dovuta a disturbi in qualche modo collegati, il prodotto qui presente può dimostrarsi utile. L’argilla verde assunta assorbe i succhi gastrici, ma questo elemento non può essere assimilato direttamente. Dovete lasciare riposare l’argilla verde per ventiquattr’ore in un bicchiere d’acqua. Dopo, bevete l’acqua e scartate l’argilla che si è depositata sul fondo.
  2. La propoli è un rimedio fitoterapico che viene adottato per donare sollievo in tempi brevi quando vengono colpite le vie respiratorie. Gli esperti ritengono che sia un antibiotico eccellente di origine naturale.
  3. Le inalazioni di alcuni prodotti indicati, attraverso i suffumigi, può offrire effetti positivi contro i numerosi problemi riguardanti le vie respiratorie. I suffumigi di acqua e sale per esempio sono largamente utilizzati da chi sfrutta i rimedi naturali. Occorre acqua bollente, sale e un cencio per la testa. Questo è un metodo riconosciuto per combattere i batteri che attaccano l’apparato respiratorio (2-3 volte tutti i giorni per brevi periodi).
  1. Per donare sollievo e benefici in caso di tracheite la camomilla non si rivela certo una cattiva idea. Questo genere di bevanda è rinomata per i suoi molteplici effetti positivi nel campo della salute. Essendo sedativa può essere sfruttata in molte occasioni

Per finire è sempre bene condurre un sano regime alimentare dove non mancano le vitamine (la C in particolare). Inoltre dovete assumere molti liquidi durante la giornata.